Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giorgia Meloni: "Pronti a fare le nostre scelte anche se avranno un costo elettorale. Il Reddito di cittadinanza è la conferma"

  • a
  • a
  • a

"Uno stato giusto non mette sullo stesso piano dell'assistenza chi può lavorare e chi non può farlo". Parole della premier Giorgia Meloni, pronunciate durante l'Assemblea generale di Confindustria Veneto. Il presidente del consiglio dei ministri ha spiegato che la stretta sul Reddito di cittadinanza è una misura "di buon senso che intendiamo difendere da ogni attacco strumentale. Spetta alla politica assumersi la responsabilità delle scelte, anche se hanno un costo dal punto di vista elettorale. Siamo qui a fare quello che è giusto per la nazione e non utile per noi. La scelta fatta sul Reddito di cittadinanza lo dimostra". "Questo governo - ha aggiunto Giorgia Meloni - condivide con la Confindustria una visione sociale secondo la quale la gran parte delle risorse e dei provvedimenti sono stati dedicati proprio alle realtà produttive per ribadire un principio: che non può esistere weklfare o stato sociale se non c'è chi a monte genera riccchezza. Credo che si debba riconoscere che l'attenzione per le aziende e i loro lavoratori siano una nostra priorità assoluta. Ma queste misure perderanno di qualsiasi efficacia se non riusciremo a garantire alle imprese un contesto differente da quello fin qui trovato nel rapporto con lo Stato e con il governo. Per questo abbiamo voluto dare concretezza a due principi per noi centrali: non disturbare chi produce e rimettere al centro il confronto con i corpi intermedi".