Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Manovra, il governo lavora su pensioni, flat tax, contanti e rientro dei capitali

  • a
  • a
  • a

Il governo sta lavorando intensamente alla legge di bilancio. Oggi, venerdì 18 novembre, nel tardo pomeriggio è in programma la riunione dei capigruppo di maggioranza per trovare l'equilibrio sulla manovra che lunedì sarà portata in Consiglio dei ministri. Dopo lo stop all'innanzalmento del tetto dei contanti a 5mila euro nel decreto Aiuti quater, il provvedimento dovrebbe essere inserito proprio nella legge di bilancio, come ha spiegato la Lega. Per recuperare soldi, possibile che venga varata in manovra una norma per il rientro dei capitali dall'estero. Non ci saranno condoni di natura penale. Al Consiglio dei ministri dovrebbe arrivare anche il Ponte sullo Stretto di Messina, come ha annunciato Matteo Salvini, vicepremier e ministro alle infrastrutture. Antonio Tajani, l'altro vicepremier, ha spiegato a Dritto e Rovescio che ci sarà un primo forte segnale sulla riduzione del cuneo fiscale così come una correzione del Reddito di cittadinanza. Inoltre il governo è al lavoro anche sulle norme per accedere alla pensione e sulla flati tax. Intanto Goldman Sachs ha avvertito l’esecutivo italiano sui rischi a cui va incontro: “L’abbassamento dell’età pensionabile effettiva si rivelerebbe più costoso, poiché l’Italia si trova ad affrontare, insieme alla Germania, una delle prospettive demografiche più difficili“. E sottolineato: “L’aumento dei rendimenti sovrani, l’elevato debito e la debolezza della crescita evidenziano le vulnerabilità di medio periodo che lasciano l’Italia su un sentiero fiscale stretto“.