Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Berlusconi telefona in diretta a Mentana per spiegare il suo nuovo audio

  • a
  • a
  • a

Dopo la diffusione del secondo audio del suo intervento durante l'assemblea con i parlamentari, Silvio Berlusconi telefona in diretta a Enrico Mentana, nel corso del programma Diario Politico. E' lo stesso Mentana a spiegare che "mi ha telefonato Berlusconi, sentirò la sua versione durante la pubblicità". Dopo gli spot i due sono ancora al telefono: il leader di Forza Italia sceglie, infatti, di non intervenire pubblicamente.

 

“Presidente - dice Mentana - lo diciamo subito perché sono in onda, lo dico fedelmente”. Poi il direttore spiega: "Berlusconi come avete intuito e ci pregava di riassumere quello che dirò, cercando di essere il più fedele possibile. Le parole registrate vanno inquadrate in un discorso più generale di cui si è preso solo questo aspetto, che era il racconto di una preoccupazione generale, sto citando Berlusconi, riguardo al clima che si è creato nel rapporto tra Russia, Europa e Occidente, con il governo degli Stati Uniti che ha disatteso le premesse multilaterali date da Donald Trump e con una situazione che è diventata sempre meno favorevole, anche perché dopo 23 anni si è creata una situazione con un solo beneficiario, la Cina".

"La preoccupazione generale di Berlusconi - spiega ancora Mentana - era che ci fosse la rottura tra Europa e Russia, che in qualche modo interrompeva una spirale già rallentata dopo gli accordi di Pratica di Mare, con il fatto che la Cina potesse approfittare di tutto questo. Questa è - conclude Mentana - la contestualizzazione dell'interessato e che era alla base delle sue parole”. Ma poi aggiunge: "Una posizione che è diversa da quella del governo italiano e dalla leader del futuro governo di centrodestra".