Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Salvini, sportellata a Elsa Fornero: "Sarà un piacere cancellare la sua orrenda legge"

  • a
  • a
  • a

Ormai è uno scontro senza fine quello tra Elsa Fornero, ex ministro del lavoro, e Matteo Salvini, leader della Lega. Nonostante lei non sia più impegnata in politica, attacchi e contrattacchi sono frequenti. L'ultimo è quello di oggi, giovedì 6 ottobre, quando il capo del Carroccio ha risposto con una bomba a quella che aveva il sapore di una provocazione. "Fornero non mi ama? Ne sono orgoglioso! Cancellare la sua orribile legge sarà un dovere e un piacere". Così in un tweet. 

Ma cosa aveva dichiarato Fornero? "Salvini ha detto che non ho mai lavorato in vita mia, se la pensassi allo stesso modo potrei dirgli che per lui è arrivato il momento di cominciare a lavorare". Questo l'inizio di una dichiarazione velenosa che ha rilasciato a Un Giorno da Pecora su Rai Radio1. Ma poi c'è andata ancora più pesante: "Non auguro agli italiani Salvini ministro del Lavoro. Io non ho fiducia in lui, gli darei una pausa". E ancora: "Alle ultime elezioni lo ha trascinato il risultato di Meloni altrimenti lui sarebbe stato un perdente. Come ho votato io? Da una parte per il Pd e dall'altra per Calenda. E' stato un errore grave non mettersi insieme, quello sarebbe stato il mio auspicio".

Fornero, tra l'altro, ha bocciato l'assegnazione di un ministero a Matteo Salvini, dopo che aveva promosso un'altra possibile scelta di Giorgia Meloni: Fabio Panetta all'Economia. "Sarei contenta, come cittadina, e sarei molto rassicurata. Meloni è prudente nelle poche dichiarazioni che fa, e anche questo è apprezzabile, ma non tutta la sua maggioranza mostra la stessa responsabilità. Si è comportata in maniera responsabile finora, ha dato una grossa prova di consapevolezza, si sta preparando, sta studiando. Se fossimo in un periodo in cui si potesse aumentare tranquillamente il debito tutti vorrebbero fare i ministri dell'Economia, ma ora siamo in tempi difficili. Chi è che si prende queste responsabilità che fanno perdere consensi? Allora si mette un tecnico, cosa che dà anche la scappatoia al politico per poter dire, nel caso la colpa è la sua".