Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Governo, i giorni del totoministri. Per la Salute spunta il nome di un super tecnico. Una donna verso la Farnesina

  • a
  • a
  • a

Nel centrodestra si lavora intensamente sulla composizione del nuovo governo che sarà guidato da Giorgia Meloni. Si susseguono colloqui, incontri, vertici. E ovviamente anche le indiscrezioni, come sempre accade in questi casi. Fioccano i nomi sia di politici che di eventuali tecnici di area centrodestra. Ma ci sono gli equilibri tra i partiti che in qualche maniera devono essere rispettati, così come le richieste che arrivano dagli altri leader. Sui dicasteri più importanti, inoltre, occorrono nomi di livello e non sgraditi al Quirinale. Nelle ultime ore sembra prendere quota quello dell'economista Domenico Siniscalco che sarebbe in ballo con Fabio Panetta.

Per il ministero degli Esteri sempre più gettonata Elisabetta Belloni. Al ministero della Famiglia potrebbe essere nominata Eugenia Roccella, già sottosegretaria alla Salute nel governo Berlusconi. Giorgio Palù, virologo, presidente dell'Aifa potrebbe diventare il ministro della Salute, anche se secondo molti in quel ruolo un politico di livello sarebbe meglio di un tecnico. Giorgia Meloni si vuole presentare con un elenco di nomi validi, in grado di convincere anche gli scettici. Per questo la componente tecnica, ovviamente di area, potrebbe essere più numerosa del previsto. Ovviamente ci sono da sciogliere i ruoli dei leader. Che ruolo avrà Matteo Salvini in questo esecutivo di centrodestra? Il Viminale sembra ormai sfumato e vengono avanzate diverse ipotesi: agricoltura, lavoro, infrastrutture o sviluppo economico. Ma resta la possibilità della carica di vicepremier. E Silvio Berlusconi?

In questo caso situazione ancora più delicata. E forse non a caso Meloni ultimamente ha parlato a lungo con il leader di Forza Italia. Sulla composizione del futuro governo, vanno registrate anche le dichiarazioni di Giovanni Donzelli, parlamentare di Fdi, rilasciate durante Agorà Rai Tre: “Sarà un governo politico, con una chiara indicazione politica", al suo interno "ci saranno persone con una chiara connotazione politica, con un mandato politico, culturale ed elettorale, che si riconoscono nel nostro programma, che hanno contribuito a scrivere il nostro programma. Saranno politici di qualità”.