Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Elezioni, Berlusconi ai disabili: "Aumento pensioni di invalidità e incentivi sul lavoro"

  • a
  • a
  • a

Un messaggio rivolto ai disabili, "il 5% degli italiani". Silvio Berlusconi apre così la sua pillola quotidiana, con delle proposte per le persone meno fortunate. "Voglio rivolgermi a voi - dice il presidente di Forza Italia - partendo da un punto importante. Per noi la persona è sacra e portatrice di diritti fondamentali inalienabili. Le attitudini fisiche o psichiche, così come l'età, il genere, gli orientamenti politici o religiosi non hanno alcuna rilevanza a questo riguardo. Per tutto questo voi, se volete, avete il pieno diritto di partecipare alla vita pubblica e la collettività ha il dovere assoluto di fare tutto il possibile per garantirvi che questo diritto sia effettivo".

 

 

Berlusconi, quindi, propone "l'aumento delle pensioni d'invalidità, come di quelle per gli anziani, ad almeno 1000 euro mensili per 13 mensilità", e "la rimozione delle barriere architettoniche che ancora rimangono è assolutamente indispensabile ma è solo un aspetto del problema". E aggiunge: "Voi dovete essere messi in grado - continua il Cav - per quanto possibile, di svolgere una vita autonoma, anche dal punto di vista lavorativo, o comunque nel vostro contesto familiare, anche con l'incentivazione dello smart working. Ma non basta. Dobbiamo aiutare anche i genitori di un figlio disabile che vivono nell'incubo di quello che accadrà dopo la loro morte quando non saranno più in grado di prendersene cura". 

 

 

Per questo, conclude Berlusconi, "una buona legge sul "dopo di noi" è un'esigenza sentita dalle famiglie alla quale ci impegniamo a dare una precisa risposta".