Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Elezioni, Meloni: "Sull'immigrazione siamo più umani della sinistra"

  • a
  • a
  • a

Giorgia Meloni non ci sta. Di polemiche sull'immigrazione, da parte della sinistra, non vuole sentirne parlare. Soprattutto se si tratta di prese in giro. "Le prese in giro sentite in questi anni sull’immigrazione sono eccessive. La sinistra ha sovrapposto il tema degli immigrati con quello dei profughi...", ha detto la leader di Fratelli d'Italia in diretta social a Trento, nuova tappa del tour elettorale in vista del 25 settembre. Meloni si scalda quando affronta il tema immigrati e rivolta a un gruppo di contestatori in fondo alla piazza, coglie l’occasione per ribadire con forza le critiche nei confronti delle politiche d’accoglienza della sinistra: "Nelle Nazioni normali succede che, se vuoi entrare legalmente in Italia per lavorare regolarmente, devi poterlo fare. Mentre negli ultimi anni nessuno è potuto entrare legalmente qui perché tutte le quote di immigrazione erano coperte da chi entrava illegalmente dando i soldi ai vostri amici scafisti".

 

 

Ma per Meloni, siccome "la schiavitù l’abbiamo abolita qualche secolo fa, a me di dare i soldi alla tratta degli schiavi del terzo millennio non ci penso per niente... E vi dico un’altra menzogna: vi hanno detto per tanti anni che gli immigrati servono perché fanno un lavoro che gli italiani non vogliono fare. È falso, la verità è che lo fanno a condizioni che gli italiani non sono disposti ad accettare. Il che significa, cari compagni, che l’immigrazione di massa è uno strumento nelle mani dei vostri amici del grande capitale per rivedere a ribasso i diritti dei lavoratori.... ma non eravate di sinistra una volta? Ma così vi siete ridotti! A sostenere la grande speculazione finanziaria, a sostenere Soros... che brutta fine avete fatto ragazzi, che brutta fine", replica Meloni ai suoi contestatori.

 

 

Il tema per Meloni è semplice: "Se vuoi entrare in Italia, entri solo legalmente rispettando le regole dello Stato italiano. E vi dico un’ultima cosa, cari amici lì in fondo alla piazza... Davvero mi volete convincere che sia solidarietà far entrare migliaia di persone e poi tenerli agli angoli delle nostre strade a spacciare droga o le donne a prostituirsi? Perché io ho un’idea diversa di cosa sia l’accoglienza. Ho un’idea molto più seria e umana della vostra perché se foste stati così umani, le coop non ci avrebbero mangiato così...".