Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Berlusconi: "Mi candido al Senato. Meloni premier? Sarà all'altezza"

Esplora:

  • a
  • a
  • a

"Ci sto pensando, perché ho avuto pressioni da parte di tantissime persone, non solo da parte di Fi. Quindi penso che alla fine mi candiderò al Senato" ha detto il presidente di Fi, Silvio Berlusconi, ospite di Radio Anch’io su Radio Raiuno.

 

 

"Solo un'Europa profondamente riformata potrà svolgere una politica estera e di difesa da soggetto politico forte. Potremmo finalmente sederci al tavolo con l’America, con la Russia e con la Cina" ha poi analizzato l'ex premier entrando nei temi più stringenti riguardanti le elezioni. "Noi abbiamo sempre detto che chi ha più voti, verrà proposto al capo dello Stato come candidato-premier. Se sarà Giorgia Meloni io sono sicuro che si dimostrerà adeguata al difficile compito" ha aggiunto Berlusconi. "Io non mi appassiono molto a questa competizione mi interessano molto di più le cose da fare per caratterizzare il centrodestra di governo" ha aggiunto.

 

 

Quella che ci sarebbe nelle cancellerie europee rispetto a un governo italiano di destra-destra "è una preoccupazione molto enfatizzata dalla sinistra italiana" spiega poi. Infatti "il Pd in questi giorni sembra impegnato a creare nuovo Comitato di liberazione nazionale contro quelle che loro chiamano destre, come se si dovesse salvare paese dal nazismo". Berlusconi dice che "l’Europa per fortuna è molto più matura e responsabile, e ha molto piu rispetto per noi e per l’Italia". "La nostra presenza, quella di Forza Italia nel governo, sarà garanzia assoluta di europeismo e atlantismo", assicura il presidente del partito, "su questi temi semmai è la sinistra che dovrebbe chiarire, visto che sono alleati con Fratoianni che ha votato in Parlamento negli scorsi giorni contro allargamento dell’alleanza della Nato a Finlandia e Svezia".