Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Malagò: "A livello internazionale impossibile spiegare la caduta di Draghi"

  • a
  • a
  • a

“Passo 200 giorni l’anno fuori, e non si ha idea delle parole spese da parte dei miei colleghi che dicevano, beati voi che avete Draghi a Presidente del Consiglio. Ricordo che mercoledì i soci fondatori erano stati ricevuti da Draghi per un discorso che prevedeva il coinvolgimento del Governo all’interno dell’attività di governance del comitato. Io la sera parlo con il Cio, ero in Oregon. Giovedì Draghi va al Senato e succede ciò che succede. In Oregon sul mio cellulare ho visto la telefonata di qualcuno del Cio, e devo dire che ero davvero imbarazzato, non sapevo cosa dire, e come spiegarlo". Lo ha dichiarato il presidente del Coni Giovanni Malagò, ospite a Sabaudia della rassegna Mediterranea - La civiltà blu 2022, organizzata da Micromegas in collaborazione con il Comando unità forestali, ambientali e agroalimentari dei Carabinieri e la Regione Lazio, e moderata dal vicedirettore del TgLa7 Andrea Pancani. "Per carità, sono ottimista di natura, e non penso sinceramente che qualsiasi nuovo Governo sia così poco intelligente di fare qualcosa contro il Comitato olimpico italiano, contro l’organizzazione delle Olimpiadi, contro il sistema, anche perché quello che lo hanno fatto negli ultimi tempi non gli ha portato pane a livello elettorale, e questo è un dato di fatto oggettivo. Però è quasi impossibile da spiegare a livello internazionale quello che abbiamo combinato”.