Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Unità nazionale, il ministro Brunetta: “161 anni dopo, l'Italia è più coesa, più europea e più solidale di sempre”

  • a
  • a
  • a

“Nel 161° anniversario del raggiungimento dell’Unità Nazionale, l’Italia può essere orgogliosa del percorso che la ha portata a realizzare pienamente la sua democrazia. Una democrazia giovane che, come ci ricordava Tina Anselmi, ‘è un bene delicato, fragile, deperibile, una pianta che attecchisce solo in terreni precedentemente concimati, attraverso l’assunzione di responsabilità di tutto un popolo". Sono parole di Renato Brunetta, ministro per la Pubblica amministrazione, in occasione della Giornata dell’Unità Nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera.

"Oggi - continua Brunetta - con le ferite della pandemia e il dolore di una nuova guerra nel cuore d’Europa, possiamo dirci, a ragion veduta, ancora più coesi, ancora più europei, ancora più solidali e generosi nell’accoglienza, in nome degli ideali di libertà e di pace che hanno accompagnato la nascita dell’Italia Unita e della stessa Europa. Ideali per cui in tanti si sono sacrificati e si sacrificano tuttora. Grazie a chi fa ogni giorno l’Unità Nazionale, onorando la nostra Costituzione, a partire dai ‘volti della Repubblica’: i dipendenti di tutte le amministrazioni, che creano valore pubblico, beni e servizi fondamentali per la nostra comunità”.