Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Meloni su Salvini: "Tra noi problemi di merito. L'Ue? Si conferma nano politico"

  • a
  • a
  • a

"Non è un problema di incomprensioni, se così fosse, sarebbe più facile affrontarlo. Io con Fratelli d'Italia lavoro per un centrodestra forte e orgoglioso che non rincorra le sirene della sinistra e su questo non abbiamo lo stesso punto di vista. Se si hanno alleati che prediligono l'alleanza di governo con Pd e M5s è un problema di merito, di posizionamento". Parole di Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia, pronunciate ai microfoni di Rtl 102.5. Un chiaro riferimento a Matteo Salvini, capo della Lega, dopo la frattura nata per il mancato accordo sul voto per il presidente della Repubblica

Secondo Giorgia Meloni il centrodestra "deve avere più coraggio e visione, senza arrendersi all'idea che in Italia sei presentabile solo se vai al governo con la sinistra. Il centrodestra deve essere orgoglioso delle proprie idee". La leader di Fratelli d'Italia nel corso dell'intervista ha affrontato anche il tema della crisi Russia-Ucraina. "L'Europa - ha detto ai microfoni - non eiste nemmeno in questa vicenda. La situazine è preoccupante, di complessa soluzione. Vedremo cosa uscirà fuori dalla missione del ministro Luigi Di Maio ma dobbiamo interrogarci sull'incapacità dell'Unione Europea che è sempre più un gigante burocratico e un nano politico". 

Nella giornata precedente Giorgia Meloni aveva ancora una volta criticato duramente l'esecutivo guidato da Mario Draghi: "Il Governo dei migliori ha introdotto, nel caso di un positivo in classe, l'obbligo delle mascherine ffp2 anche per i bambini delle elementari. Ora il problema è che non esistono in commercio mascherine ffp2 omologate per bambini di quella età, quelle che si trovano in commercio sono solo mascherine omologate per adulti di taglia più piccola. Ebbene sì, il tragico ministro Roberto Speranza e l'ancor più tragico Cts hanno introdotto l'obbligo per una cosa che non esiste. Mi auguro che questa ennesima assurdità venga subito cancellata, con tanto di scuse".