Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Quirinale, Sergio Mattarella eletto presidente della Repubblica: 759 voti

  • a
  • a
  • a

Sergio Mattarella, 80 anni, è stato confermato presidente della Repubblica italiana. Si tratta infatti del secondo mandato - come capitato solo a Giorgio Napolitano - dopo la precedente elezione del 31 gennaio 2015 quando fu eletto al quarto scrutinio con 665 voti.

 

 

Giorni complicati per arrivare al bis di Mattarella, in un contesto comunque di emergenza e straordinarietà. La richiesta avanzata da parte dei leader, come ha spiegato Letta, è stata considerata "un’altra sgrammaticatura costituzionale". Forse anche in riferimento alla candidatura, bruciata, della seconda carica dello Stato. E allora si è rivolto lo sguardo al Parlamento. Del resto, erano stati i grandi elettori a battere il primo colpo nel sesto scrutinio, venerdì, con 336 voti al capo dello Stato nonostante dai partiti non fosse arrivata alcuna indicazione in tal senso. Per questo si è deciso che a salire il Colle sarebbero stati i capigruppo di maggioranza, a portare proprio la voce del Parlamento. A seguire, una delegazione dei grandi elettori delle Regioni. E Mattarella, benchè avesse "altri programmi", alla fine ha dato il via libera. Fondamentale però l'intervento del premier Mario Draghi che - capita la difficoltà di arrivare a una sintesi - in mattinata si è mosso sondando il terreno con il presidente uscente nel giro di poche ore trasformatosi in presidente-bis.

 

 

Di seguito l'esito della votazione completa: Mattarella 759 voti, Nordio 90, Di Matteo 37, Berlusconi 9, Belloni 6, Draghi 5. Mattarella così è il secondo presidente più votato della storia della Repubblica dopo Pertini.