Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Quirinale, Salvini: "Sto lavorando perché ci sia un presidente donna in gamba". Torna in auge Belloni

  • a
  • a
  • a

"Sono fiducioso. Ho avuto diversi incontri in giornata, conto a breve senza andare lunghi con perdite di tempo si possa eleggere il presidente della Repubblica. Sto lavorando perché ci sia un presidente donna in gamba, non un presidente donna in quanto donna" ha svelato le carte Matteo Salvini parlando con i cronisti fuori da Montecitorio mentre alla Camera era in corso la sesta votazione. Nel primo pomeriggio anche la quinta votazione aveva visto la fumata nera con il fallimento del Centrodestra che aveva provato a far eleggere Elisabetta Casellati. La svolta nel pomeriggio con le varie parti che hanno iniziato a dialogare. Alcune indiscrezioni hanno raccontato di un incontro segreto tra Salvini e il premier Mario Draghi a cui poi è succeduto un tavolo a tre tra lo stesso Salvini, Enrico Letta (Pd) e Giuseppe Conte (5Stelle). 

 

 

"Ci sono varie opzioni, bisogna che maturino le condizioni politiche per fare le intese, bisogna che ognuno faccia un passo avanti. La soluzione passa attraverso il fatto che tutti accettiamo che tutti siamo vincitori e che non c’è un solo vincitore" aveva detto poco prima il segretario del Pd Enrico Letta, su La7. Non va infatti tralasciata l'opzione Sergio Mattarella, il presidente uscente potrebbe essere la carta giusta in caso di mancato accordo tra i vari partiti. L'obiettivo è che la settima votazione si quella della fumata bianca. Restano in pista anche le opzioni Cartabia, Draghi e Casini.

 

 

Spero ci sia sensibilità per votare una presidente donna. A me farebbe molto piacere la possibilità di un alto profilo, veramente super partes. Dal M5S ci saranno 230 voti in questa direzione", promette il leader 5 Stelle Giuseppe Conte, parlando con i cronisti.