Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

PiazzaPulita, Mieli non ha dubbi: "Draghi sarà presidente della Repubblica"

  • a
  • a
  • a

L'Italia non ha ancora trovato il suo nuovo presidente della Repubblica. Dopo quattro votazioni, di cui tre con quorum a 672 e una, quella odierna (giovedì 27 gennaio) a 505, i 1009 grandi elettori non hanno ancora scelto chi sarà il successore di Sergio Mattarella. Del tema se ne sta parlando anche a PiazzaPulita, il talk su La7 condotto da Corrado Formigli, e tra gli ospiti c'è chi ha già le idee ben chiare su chi sarà il nuovo capo dello Stato: si tratta del giornalista Paolo Mieli.

 

 

Per l'ex direttore de La Stampa e del Corriere della Sera, infatti, non ci sono dubbi: sarà Mario Draghi il nuovo presidente della Repubblica. "Penso che siamo arrivati alla fase finale, anche se lo penso da tre sere - ha detto Mieli ai microfoni di Formigli - Non credo però che potremo andare oltre la fine di questa settimana. Per me l'esito di queste elezioni è abbastanza scontato: sarà Mario Draghi il nuovo capo dello Stato. Cosa me lo fa pensare? Guardo queste cose dall'alto, come se vivessi in un altro paese, senza seguire queste cose del minuto per minuto. Mi sembra la cosa che ha più senso e ogni minuto che passa me ne convinco".

 

 

Vedremo se la tesi sostenuta da Mieli sarà quella corretta. Appuntamento a domani, venerdì 28 gennaio, alle ore 11 per la quinta votazione. Non è ancora chiaro se ce ne sarà un'altra nel pomeriggio. Oggi il presidente della Camera, Roberto Fico, non ha dato aggiornamenti in merito, ma ha convocato domani alle 10,15 la conferenza congiunta dei capigruppo di Montecitorio e Senato, che si svolgerà in Sala della Regina. Negli ultimi giorni diverse forze politiche avevano chiesto di valutare un’accelerazione nelle operazioni di voto per l’elezione del nuovo presidente della Repubblica, procedendo con due scrutini al giorno.