Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Letizia Moratti, chi è la lady di ferro del centrodestra che vince sempre. Una sola sconfitta nella sua storia politica

Julie Mary Marini
  • a
  • a
  • a

Letizia Moratti è uno dei tre nomi proposti dal centrodestra per la presidenza della Repubblica. Vediamo meglio chi è Letizia Brichetto Arnaboldi, più nota come Letizia Moratti, nata il 26 novembre 1949 a Milano. Imprenditrice di successo e personaggio di spicco della politica italiana, è stata ministro dell'Istruzione. E' entrata nella storia della televisione per essere stata la prima donna nominata presidente della Rai. Stesso traguardo come primo sindaco rosa della città di Milano. E' cresciuta in una famiglia di origini genovesi, benestante e molto attiva dal punto di vista civico e sociale. In gioventù la prima passione di Letizia Moratti è la danza, poi viene iscritta al Collegio delle Fanciulle e inizia a sognare di diventare architetto. 

Nel 1972 la laurea in Scienze Politiche all'Università di Milano, lavorando contemporaneamente in diversi settori. Nell'azienda di famiglia, mondo delle assicurazioni, nuove i primi passi professionali. Intanto incontra Gian Marco Moratti, suo futuro marito, appartenente alla famiglia dei petrolieri, fratello di Massimo Moratti. Letizia di una cosa è convinta: per una donna è fondamentale l'indipendenza economica. A 25 anni fonda la Gpa, società di brokeraggio assicurativo e nello stesso anno viene eletta presidente dell'Associazione Italiana Brokers. Nel 1973 il matrimonio con Gian Marco da cui nascono i figli Gilda e Gabriele. Nel corso degli anni la sua società diventa la seconda in Italia e nel 1990 Letizia Moratti entra nel cda della Banca Commerciale. Nel 1994 il premier Silvio Berlusconi la nomina presidente della Rai. Intanto la sua società si fonde con quella del marito e lei si avvicina molto alla comunità di San Patrignano, avviando progetti di finanziamento in suo favore. 

L'esperienza in Rai dura fino al 1996. E' orientata verso il risanamento economico e non mancano le tensioni con consiglieri e dirigenti. Alla fine del 1998 diventa presidente e ad di News Corp Europe, società legata al magnate Rupert Murdoch e proprietaria di Stream Tv. Esperienze professionali e imprenditoriali si moltiplicano ma nel 2001 Berlusconi la chiama ancora e la nomina Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. Il mandato dura cinque anni, uno dei più lunghi della storia repubblicana. Realizza importanti riforme sia nel mondo della scuola che dell'università. Nel 2005 laurea honoris causa in Scienze dell'educazione dalla John Cabot University. Nel 2006 altro importantissimo successo personale: diventa la prima donna della storia sindaco di Milano. Vince al primo turno con il 52%. Legione d'onore in Francia, altra laurea honoris causa in Bulgaria, poi la croce dell'Ordine del Sol Levante in Giappone. Nel 2011 si candida nuovamente sindaco, ma viene battuta da Giuliano Pisapia. Nel 2018 perde il marito e si allontana dalla scena politica dove torna nel 2021. nominata assessore alla sanità della Regione Lombardia che è travolta dal Covid. Assume anche il ruolo di vicepresidente della Regione. E' considerata la lady di ferro del centrodestra. Nella sua vita politica una sola sconfitta, la mancata rielezione a sindaco di Milano.