Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Quirinale, Letta tratta con Renzi. Salvini, Meloni e Berlusconi: "Noi saremo compatti"

  • a
  • a
  • a

La corsa per il Quirinale diventa sempre più intensa e febbrile. I partiti e gli schieramenti continuano a confrontarsi, visto che ormai è scattato il conto alla rovescia per eleggere il nuovo presidente della Repubblica. Lunedì 24 gennaio, alle ore 15, è convocato il primo appello dei grandi elettori, chiamati a indicare il nuovo capo dello Stato. Nella giornata di oggi, venerdì 21 gennaio, un incontro di primo mattino si è tenuto a Palazzo Giustiniani. Il segretario del Partito Democratico, Enrico Letta, ha parlato a con il leader di Italia Viva, Matteo Renzi. Il giorno prima Letta aveva visto il co-portavoce di Europa Verde, Angelo Bonelli. Il Pd sta cercando di tessere la tela del centrosinistra, per cercare di far arrivare la coalizione compatta alla prima votazione o comunque provare a studiare una strategia.

A Villa San Martino di Arcore, residenza brianzola di Silvio Berlusconi, si è tenuto invece un vertice di Forza Italia. Hanno partecipato all'incontro i capogruppo alla Camera, Paolo Barelli, e al Senato, Anna Maria Bernini, la senatrice Licia Ronzulli, oltre al presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri. La delegazione è arrivata alla Villa del leader del partito intorno all'ora di pranzo ed è uscita verso le ore 16. Al centro del colloquio, ovviamente, l'eventuale candidatura del leader di Forza Italia. "Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni si sono sentiti oggi al telefono. È in programma per domani (sabato 22 gennaio, ndr) a Roma, un vertice della coalizione". Questo, invece, il testo di una nota congiunta dei tre leader. E ancora: "In occasione dell'elezione del Presidente della Repubblica, il centrodestra avrà una posizione condivisa e unitaria". 

Matteo Renzi, infine, ha dichiarato che "ci sono 3 o 4 ipotesi. Agli italiani dico: è complicato ma giovedì o venerdi avrete un presidente. Non vi preoccupate se ora c'è una girandola di nomi". Le trattative sono ancora "in alto mare, ma è normale". Per la giornata di lunedì 24 gennaio, sono convocati in mattinata i grandi elettori di Forza Italia, circa 150 fra senatori, deputati e delegati regionali. Si apprende da fonti del partito. L'obiettivo è coordinare il lavoro in vista dell'elezione del Presidente della Repubblica e per rafforzare il coordinamento con le altre forze politiche del centrodestra.