Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nuovo decreto, la firma di Draghi: servirà il green pass per ritirare la pensione. Senza solo per "beni essenziali"

Nicola Uras
  • a
  • a
  • a

Per poter ritirare la pensione negli uffici postali e nelle banche occorrerà avere il green pass. Solo le esigenze alimentari e di prima necessità, sanitarie, di sicurezza e di giustizia, saranno sempre garantite senza esibire il green pass. Per tutto il resto - sigarette, libri e giornali compresi - servirà la certificazione verde che conferma di essere in possesso dei requisiti vaccinali base. Questo il riassunto delle nuove disposizioni che entreranno in vigore dall'1 febbraio contenute nel nuovo Dpcm appena firmato dal premier Mario Draghi

 

 

Niente deroga per consentire l’accesso agli uffici postali e nelle banche come si paventava sino  a qualche giorno fa.  Dal 1 febbraio sarà necessario essere vaccinati o guariti dal Covid, o avere almeno l’esito di un tampone negativo effettuato 48 ore prima se antigenico o 72 ore se rapido per poter accedere in tanti luoghi. Nello stesso giorno cambierà anche la durata del green pass che passerà da 9 a 6 mesi.

 

 

Per le "esigenze alimentari e di prima necessità" si potrà accedere oltre che nei negozi di alimentari anche in quelli "non specializzati", ma "con prevalenza di prodotti alimentari e bevande" come ipermercati, supermercati, discount, minimercati e altri esercizi di "alimentari vari". Sarà consentito accedere senza il green pass anche dai benzinai, nei negozi che vendono legna, pellet e ogni tipo di combustibile per uso domestico e per il riscaldamento, "esercizi specializzati e non in articoli igienico-sanitari", farmacie, parafarmacie e altri articoli "specializzati per la vendita di articoli medicali, ortopedici e di ottica anche non soggetti a prescrizione medica".  "È sempre consentito l'accesso per l'approvvigionamento di farmacie dispositivi medici e, comunque, alle strutture sanitarie e sociosanitarie nonché a quelle veterinarie per ogni finalità di prevenzione, diagnosi e cura" si legge nel provvedimento. Senza il green pass si potrà andare inoltre negli uffici delle forze di polizia e in quelli delle polizie locali per "assicurare lo svolgimento delle attività istituzionali indifferibili", "di prevenzione e repressione degli illeciti" nonché per denunciare un reato o chiedere un intervento a tutela dei minori.