Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Quirinale, il centrodestra propone formalmente la candidatura di Silvio Berlusconi

Julie Mary Marini
  • a
  • a
  • a

Il centrodestra propone formalmente la candidatura di Silvio Berlusconi a presidente della Repubblica. "I leader della coalizione hanno convenuto che Silvio Berlusconi sia la figura adatta a ricoprire in questo frangente difficile l'Alta Carica" di presidente della Repubblica "con l'autorevolezza e l'esperienza che il Paese merita e che gli italiani si attendono". E' quanto si legge in una nota congiunta dopo il vertice di centrodestra che si è tenuto a Villa Grande a Roma.

I partiti di centrodestra chiedono formalmente all'ex premier e leader di Forza Italia di "sciogliere in senso favorevole la riserva fin qui mantenuta" e scendere ufficialmente in campo. Nella nota congiunta stilata dopo il vertice dei responsabili dei partiti, si legge che "le forze politiche del centrodestra lavoreranno per trovare le più ampie convergenze in Parlamento". 

Maurizio Lupi, presidente di Noi con l'Italia, ha spiegato che “si deve aprire il dialogo per tutta la prossima settimana delle forze parlamentari. Non è Berlusconi che deve trovare i suoi 60 voti, è la coalizione di centrodestra che parte dai suoi numeri, compattamente, e che dialoga con tutti gli altri gruppi parlamentari per verificare se ci sono le condizioni per arrivare alla elezione del presidente della Repubblica”. Sono ormai diversi giorni che il nome del Cavaliere è al centro di qualsiasi dibattito sulle ormai imminenti votazioni per l'elezione del successore di Sergio Mattarella. I partiti di centrodestra sembrano compatti, ma sia il Partito Democratico che il Movimento 5 Stelle hanno già annunciato che non hanno alcuna intenzione di votare il leader di Forza Italia. Giuseppe Conte, leader pentastellato, lo ha ribadito giovedì 13 gennaio nel corso di una riunione che ha visto la partecipazione dei deputati e dei senatori del Movimento: "Mai e dico mai - ha spiegato - voteremo Silvio Berlusconi". Anche Pier Luigi Bersani nel corso della puntata di Piazza Pulita andata in onda giovedì 13 gennaio su La7, ha spiegato che non è la figura giusta: "Facciamogli una statua, ma al Colle serve un esempio morale".