Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Quirinale, Renzi a Non è l'Arena: "Draghi fuoriclasse. Prima punta o Dieci, importante è che sia in campo" | Video

  • a
  • a
  • a

Lunga intervista di Matteo Renzi, ospite da Massimo Giletti a Non è l'Arena, il talk show in onda mercoledì 12 gennaio su La7. Tanti i temi affrontati dall'ex premier, il più caldo quello sul prossimo Presidente della Repubblica. "Io il kingmaker di questa elezione del Presidente della Repubblica? Con Mattarella sì, questa volta no. L’altra volta avevo 400 parlamentari, ora ne abbiamo 40, è un po' diverso. Vorrei chiedere a tutti i grandi elettori di pensare all’Italia e non ai singoli partiti - ha dichiarato -. Non possiamo permetterci di fare a meno di Draghi: che stia al Colle o che stia a Palazzo Chigi, l’importante è che sia in campo".

 

Renzi da Giletti su Draghi

 

Il leader di Italia Viva ha poi aggiunto: "Chi pensa di fare a meno di Draghi in questo momento è uno che ha mangiato male in queste vacanze di Natale - ha commentato Renzi -. Draghi è un fuoriclasse, dove lo facciamo giocare? Questa è la domanda: prima punta o numero 10?. Draghi è una persona al servizio delle istituzioni. Gli schemi di gioco son due: il primo, rimane al governo ancora per un anno e mezzo. In questo scenario Draghi gioca da prima punta".

 

 

Anche la possibilità di eleggere Draghi al Quirinale, sempre secondo Renzi, "è una soluzione che ha un senso: gioca più a centrocampo ma per 7 anni". Poi spazio soprattutto alle dinamiche politiche legate ai Cinque Stelle: "Nel M5S ci sarà una divisione nei prossimi mesi e Virginia Raggi secondo me è potenzialmente leader di un partito diverso da quello di oggi. E che una parte di quel partito strizzi l’occhio ai no vax non è una novità", le parole dell'ex premier.