Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Facebook, insulti e minacce al ministro Brunetta: in quattro denunciati dalla Polizia Postale

  • a
  • a
  • a

Quattro persone sono indagate per il reato di diffamazione aggravata e sono state denunciate dalla Polizia Postale di Roma che le ha identificate dopo un esposto del ministro per la Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta. Brunetta aveva segnalato commenti gravemente diffamatori e minatori contro di lui pubblicati su Facebook. Dopo una complessa attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, condotta attraverso accertamenti informatici, pedinamenti virtuali, acquisizione di informazioni in rete e perquisizioni domiciliari, queste ultime attività realizzate dai Compartimenti Polizia Postale e delle Comunicazioni di Milano, Torino e Napoli, la Polizia Postale di Roma ha identificato le quattro persone che ora dovranno rispondere delle loro diffamazioni davanti al giudice.

A proposito del ministro Brunetta, aumenti in busta paga e nuove regole anche per lo smart working nella pubblica amministrazione. Preintesa per il contratto del comparto Funzioni centrali per triennio 2019-2021, che riguarda circa 225.000 dipendenti pubblici. Un accordo che "mi rende felice e orgoglioso - dichiara lo stesso Renato Brunetta - Rispettiamo l'impegno che avevo preso il 10 marzo siglando con i sindacati il Patto per l'innovazione del lavoro pubblico e la coesione sociale". L'intesa inaugura il nuovo sistema di classificazione del personale: nel comparto funzioni centrali rientrano ministeri, agenzie fiscali, enti pubblici non economici, Cnel. Aumenti medi ponderati in busta paga per 105 euro a cui si aggiungono le risorse della legge di bilancio, un ulteriore beneficio complessivo a regime di circa 20 euro medi al mese. L'intesa riconosce anche arretrati contrattuali medi, per il periodo 2019-2021, pari a circa 1.800 euro.

Semplificato il sistema conseguente al superamento delle vecchie posizioni economiche, sostituite da un'unica posizione giuridica per ciascuna area; introdotta una quarta area delle elevate professionalità in cui verranno assunti dipendenti in possesso di elevata qualificazione professionale, e che rappresenta un futuro sbocco professionale per i funzionari già presenti nell'amministrazione. E' previsto inoltre un percorso economico chiaro e semplificato, che consente ai lavoratori di acquisire quote aggiuntive di stipendio, denominate differenziali stipendiali, volte a remunerare il maggior grado di competenza professionale progressivamente acquisito dai dipendenti; regolato il lavoro agile; potenziata la collaborazione con le organizzazioni sindacali; nuova attenzione alla formazione del personale, e rivisitazione di alcuni istituti normo-economici previsti dal precedente contratto oltre all'introduzione di tutele volte a consentire alle persone di vivere in modo equilibrato la propria identità di genere. Anche la Cgil ha espresso soddisfazione per quello che ha definito "un risultato importante sul fronte dei diritti e del salario".