Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Mastella sindaco, show su La7 contro Letta: "Ha poco da esultare, il Pd non vince un'elezione dal 2006" | Video

  • a
  • a
  • a

Intramontabile Clemente Mastella, che è stato confermato sindaco di Benevento al ballottaggio contro il candidato del centrosinistra Luigi Diego Perifano nelle elezioni amministrative. Mastella si è poi presentato alle telecamere di Enrico Mentana su La7 con tutta la famiglia, con tutti i nipotini schierati in prima fila e si è lasciato andare a interessanti dichiarazioni, uno sfogo a 360 gradi. 

 

 

"Hanno fatto una squadra tutta contro di me (un'armata Brancaleone) e contro il popolo di Benevento, un’arca di Noè in cui si sono ritrovati destra ed estrema sinistra. Mi dispiace che Letta sia venuto qui a condire tutto questo, ma devo dire bene così, contento così. Io sono Mario, loro sono Silla", ha detto appunto Clemente Mastella, rieletto sindaco di Benevento, al suo arrivo al comitato elettorale commentando il risultato del ballottaggio in cui il suo rivale di centrosinistra aveva incassato anche il sostegno del Movimento 5 Stelle.

 

 

"Da un lato - ha aggiunto Mastella - c’erano persone che fanno mercato sulla carità, feudatari che hanno incarnato per anni le vicende urbanistiche della nostra città, una compagine articolata e particolare con Pd e Cinque Stelle che qui sono stati irrilevanti, dall’altro lato io con il popolo di Benevento".

 

Mastella contro Letta

 

E ancora: "La loro formazione era allenata da Letta, in difesa i 5 Stelle che saranno spazzati via alle prossime elezioni, l’onorevole De Caro che è stato muto, silente e carsico come succede a certe culture particolari, Perifano centravanti che non riesce a fare gol, e poi Zarro, Mazzoni, Viespoli, da destra a sinistra tutta una squadra che abbiamo messo da parte in maniera definitiva".

 

 

Per Mastella è stata "una campagna elettorale che mai si era verificata in vita mia. Il tono, le modalità, gli atteggiamenti, le crudeltà una morale perfida, il tutto condito con la presenza di una loggia che la gente ha sconfitto. Ringrazio le contrade, le periferie della città, tutti quelli che sono più umili rispetto ai quali ci sarà da parte mia il contagio della solidarietà. Credo - ha concluso Mastella - che faremo belle cose assieme in questi prossimi 5 anni". "Letta - le sue parole - ha messo contro di me un ex sindaco che canta faccetta nera. Il Pd non vince un'elezione dal 2006, quando con il mio Udeur contribuimmo alla vittoria delle politiche".