Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Elezioni amministrative, alle 12 affluenza sotto il 10%: in calo rispetto al primo turno

  • a
  • a
  • a

Affluenza per il momento piuttosto bassa per quanto riguarda i ballottaggi alle elezioni amministrative, per i quali gli italiani sono chiamati alle urne in 65 Comuni: non tocca infatti il 10% alle 12. Secondo i dati del portale del Viminale Eligendo, alle 12 ha votato il 9,73% degli aventi diritto contro il 12,18% del primo turno. Affluenza sotto il 10%, in linea con il dato nazionale, a Roma, dove si vota il ballottaggio tra Enrico Michetti del centrodestra e Roberto Gualtieri del centrosinistra. Secondo i dati del portale, nella capitale alle 12 ha votato in particolare il 9,36% degli aventi diritto contro l’11,83% del primo turno.

 

 

Calo di oltre un punto percentuale anche per le elezioni del sindaco di Torino (dal 9,62% all’8,58%). Anche per il turno di ballottaggio il candidato sindaco di Torino per il centrodestra, Paolo Damilano, è arrivato al seggio insieme a mamma e papà, Margherita e Giovanni e ai due figli più grandi, Chiara e Luca. All’uscita dal seggio, ha rinnovato l’appello ai torinesi a recarsi al voto dopo il forte astensionismo del primo turno che ha registrato una partecipazione al di sotto del 50%. "Bisogna che Torino dia una dimostrazione, come ha sempre dato, di grande partecipazione", ha detto il candidato di centrodestra. "E' sicuramente una giornata molto importante per Torino e lo è ovviamente anche per me, non nego un po' di emozione, e speriamo davvero in una affluenza importante, che i torinesi vengano a votare e scelgano il meglio per la città", così il candidato sindaco di Torino per il centrosinistra, Stefano Lo Russo

 

 

Crollo di votanti in Campania, che passa dal 14,74% al 10,05%: drastico calo a Caserta (solo il 9,32% dal 15,12%) e a Eboli (11,89% dal 17,20%). La percentuale di votanti più alta si registra in Liguria (13,14%) per Rondanina (Genova) e Savona.