Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Conte a Dimartedì: "M5S no vax? Dubbi in passato da persone che hanno lasciato il Movimento" | Video

  • a
  • a
  • a

Giuseppe Conte è intervenuto nel corso della puntata di martedì 12 ottobre di Dimartedì, in onda su La7 per la conduzione di Giovanni Floris. L'ex premier ha risposto così al direttore di Libero, Alessandro Sallusti, il quale aveva ricordato come il Movimento 5 Stelle fosse stato il primo a soffiare sull'ondata no vax in Italia. "Se parliamo di qualche dubbio sui vaccini, questi sono stati espressi in passato da persone che hanno abbandonato il M5S. Su questo noi abbiamo una posizione lineare e chiara. Sono il presidente del Consiglio che ha avviato la campagna vaccinale e non c’è stata nessuna voce dissenziente all’interno del Movimento", le parole di Conte.

 

Conte sui vaccini a Dimartedì

 

Il discorso si è quindi spostato sugli scontri di Roma: "Mi preoccupano tutti i partiti che occhieggiano o lucrano sul malessere sociale. Bisogna assumere posizioni nette. Condannare ed essere conseguenti. Dopo la violenza alla Cgil ho invitato subito tutte le altre forze politiche a partecipare a questa manifestazione di sabato 16 ottobre", ha affermato ancora Conte.

 

 

L'ex premier ha quindi aggiunto: "Confido che Meloni, Salvini, i rappresentanti di Forza Italia sfilino con noi per offrire una riparazione", ha dichiarato il presidente del M5S, ancora a Dimartedì.

 

 

Ancora Conte: "A Meloni dico: attenzione a strizzare l’occhio a questi gruppi che vanno condannati negli episodi di violenza e anche negli atteggiamenti ambigui che alimentano il malessere", ha sottolineato.

 

 

Infine la questione ballottaggi a Roma: "Non mi risulta affatto che la Raggi si sia schierata con Michetti. Farà la consigliera d’opposizione. Io da cittadino romano ho a cuore il bene della Capitale, patrimonio di tutti. Tra Gualtieri e Michetti scelgo Gualtieri, conosco il suo valore - ha commentato -. Michetti non mi dà nessuna affidabilità per quel poco che ho visto e per le forze politiche che lo appoggiano. Io voterò per Gualtieri, non sto dicendo che il M5S deve votare Gualtieri, i voti non sono pacchetti da spostare".