Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Meloni a Fuori dal Coro: "Il Pd vuole sciogliere Fratelli d'Italia con metodi da regime, ci batta alle urne"

  • a
  • a
  • a

Lunga intervista di Giorgia Meloni a Fuori dal Coro, il programma di Rete4 condotto da Mario Giordano, nella puntata di martedì 12 ottobre. "Non mi faccio fare l’esame del sangue da gente che non ha l’autorità morale per farla. Il Pd ci vuole sciogliere con metodi da regime, se ci riescono ci devono battere alle urne", ha affermato la leader di Fratelli d'Italia

 

 

"L'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro, è la Costituzione - ha proseeguito Meloni -, ora dire che la gente non può lavorare perché non ha un lasciapassare del governo o avere diminuito lo stipendio è una cosa enorme. Il minimo che devi fare è tamponi a 72 ore, gratuito, piuttosto che l’obbligo malcelato al vaccino tramite il green pass. Poi è chiaro - ha aggiunto - che la gente si arrabbia e si arrabbia senza essere fascista". La Meloni è tornata quindi sui fatti di Roma: "Ho parlato di matrice fascista e antifascista, perché ci sono stati dodici arrestati di estrema destra a Roma e circa 30 denunciati dei centri sociali a Milano e quattro a Torino. Ho sempre condannato la violenza, senza nessuna ambiguità - ha affermato -. Come non c’è nessuna ambiguità di Fratelli d’italia sui rapporti con il fascismo o con le organizzazioni di estrema destra, rapporti che non esistono dalle nostre parti. L’ambiguità ce l’hanno altri, che stanno utilizzando quello che è accaduto sabato per aggredire qualcun altro, come dimostrano le parole di Provenzano".

 

 

Infine la leader di Fratelli d'Italia ha parlato di Rachele Mussolini: "E' una consigliera comunale uscente, una madre di famiglia, una bravissima ragazza, una professionista, che io non credo debba essere discriminata per il suo cognome, sa quali sono i valori di riferimento del suo partito, persone che hanno giurato sulla costituzione repubblicana", ha sottolineato la Meloni.