Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fisco, Salvini: "Via aggiornamento catasto, il resto va bene"

  • a
  • a
  • a

"Ci sono titoli di giornali che leggo da anni dove la Lega è morta e prende schiaffi, invece siamo qua e in forma; semplicemente non vogliamo nuove tasse sulla casa. Siamo entrati nel Governo per superare l’emergenza e su questo si sta correndo. Una riforma che dice che nessuno paga di più o di meno o non serve o qualcosa non torna. Adesso nel 2021 nessuno pagherà di più ma domani chissà, oggi mi fido di Draghi ma domani? Ci sono degli articoli nella delega fiscale che vanno tolti mentre tutto il resto va benissimo, quello che tutte le associazioni contestano è l’aggiornamento dei valori catastali che rischia di comportare un aumento" spiega il segretario della Lega, Matteo Salvini, a Non stop news su RTL 102.5. "A me interessa che nessun italiano paghi un euro in più di tasse, per questo siamo entrati nel governo, è impensabile che qualcuno sulla casa paghi di più, sull’emersione degli immobili fantasma siamo assolutamente d’accordo", ha aggiunto.

 

 

Salvini ha poi continuato: "A breve incontrerò Draghi. Io mi fido di Draghi e se l’obiettivo mio e suo è comune mettiamolo per iscritto. Oggi ci siamo noi che abbiamo la stessa idea, quindi lasciamo per iscritto per chi arriverà dopo che non ci sarà nessuno che pagherà più tasse" ha ragionato. 

 

 

Quindi la sua sulla questione discoteche: aperte al 35% "è una follia, serve almeno il doppio di capienza perché se tu chiedi il green pass apri". Così il segretario della Lega, Matteo Salvini. Parlando del green pass sui luoghi di lavoro ha aggiunto: "Io ho il green pass, ma ci sono milioni di italiani che non ce l’anno e vorrei evitare che restino a casa senza lavoro, lavoriamo per ottenere tamponi gratuiti".