Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Elezioni, Salvini: "Candidati scelti troppo tardi. Prossima tornata entro novembre"

  • a
  • a
  • a

"Abbiamo scelto i migliori candidati possibili, non criticherò nessuno, ma il voto di continuità nelle città e il non voto di dice che abbiamo fatto tardi nella loro scelta". Così Matteo Salvini, leader della Lega, intervistato allo speciale Tg1. "Laddove si è perso non si prendono scuse, si è perso per demeriti nostri. Sicuramente come Lega oggi abbiamo più sindaci rispetto a ieri sera. Il centrodestra vince se unito sul serio, per l’anno prossimo bisogna fare bene e in fretta" spiega Salvini.

 

 

Poi un commento sulla bassa affluenza. "La maggior parte delle persone non ha votato. È per me e per tutti un’autocritica. Occorre essere più concreti sulla vita reale, non possiamo perdere tempo in polemica politica". Quindi i buoni propositi per la prossima tornata elettorale: "L’anno prossimo votano 25 capoluoghi - città importanti da Genova a Palermo, da Monza a Lecce - il centrodestra ha il dovere di individuare i suoi candidati il prima possibile entro il mese di novembre per avere 5-6 mesi di tempo per spiegare la nostra idea di buon governo" ha ribato il leader della Lega.

 

 

"Oggi votavano gli italiani per eleggere i sindaci: se qualcuno usa il voto per abbattere il governo di unità nazionale si sbaglia di grosso. Noi qua stiamo e qua rimaniamo. Non mi appassiona il dibattito sulla legge elettorale, ma quello sul lavoro, tasse e futuro del Paese" ha poi concluso il suo intervento al Tg1 Salvini.