Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Migranti, Meloni attacca Draghi: "Per lui Lamorgese ottimo lavoro? Anche per gli scafisti"

  • a
  • a
  • a

Giorgia Meloni all'attacco della Lamorgese e di conseguenza anche del premier Draghi. "Stiamo raccogliendo le firme per sfiduciare la Lamorgese. Aiutateci a portare questo dibattito in Parlamento - ha affermato la leader di Fratelli d'Italia a Vittoria, in Sicilia, sul palco per una manifestazione elettorale in vista delle amministrative del 10-11 ottobre nell’Isola -. Sono rimasta colpita da Draghi. Il premier ha detto che Lamorgese ha fatto un ottimo lavoro. Sì, sono concenti anche gli scafisti". La Meloni ha quindi affrontato il tema delle presunte divisioni nel centrodestra. "Ho fatto tutta la campagna elettorale rispondendo alle domande dei giornalisti che mi chiedevano delle divisioni nel centrodestra, come se non fosse una realtà che noi abbiamo un solo candidato in tutti Comuni e i nostri avversari hanno mediamente 3-4 candidati. Quindi, mi pare che i problemi di divisione ce li hanno altri", ha detto la leader di FdI

 

 

"Credo che il centrodestra - ha aggiunto -, per quanto discuta legittimamente come accade in tutte le grandi famiglie che hanno identità composite, sarà compatto anche in Sicilia. Come alla fine è stato compatto ovunque". Intanto due minorenni extracomunitari pronti a salire su un pullman diretto a Roma sono stati arrestati dalla Polizia a Palermo. I due ragazzi, che si erano allontanati dalla comunità alloggio a cui erano stati affidati, sono ritenuti gli scafisti di uno sbarco avvenuto a Lampedusa lo scorso agosto. I due minori di nazionalità tunisina sono stati bloccati dagli agenti per un controllo nell’area adiacente la stazione centrale ferroviaria. Nel cellulare di uno di loro gli investigatori hanno trovato alcuni filmati dello sbarco.

 

 

"Con l’ausilio di un interprete i minori hanno ammesso le loro responsabilità, affermando di essere gli organizzatori delle traversate", hanno fatto sapere dalla Questura di Palermo. Al termine delle indagini sono stati sottoposti a fermo per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e condotti, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Palermo, nell’Istituto di custodia di prima accoglienza del carcere Malaspina.