Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Renzi, rimpianti social: "Che idiozia quando ero al Governo. Troppo twitter, ho sottovalutato Instagram"

  • a
  • a
  • a

Matteo Renzi ha aperto la scuola di formazione di Italia Viva a Ponte di Legno in programma fino al 2 settembre e lo ha fatto con una affermazione che riguarda i social. "Quando ero a palazzo Chigi ho fatto una idiozia, ho scommesso tutto su Twitter. Mi alzavo la mattina e twittavo, tant’è che sono quello con più followers - ha spiegato -. Ma non ho visto la crescita di Instagram, un errore. Su Instagram c’è la foto che ti parla più di mille frasine su Twitter".

 

 

Renzi ha quindi proseguito: "Allargate le foto ragazzi, non fermatevi ai clic o ai titoli, approfondite. Solo così combatterete il populismo - le sue parole alla scuola Meritare l'Italia -. L’avvento di Draghi ci ha fatto vincere la coppa Europa. Togliendo il governo guidato dall’accoppiata Casalino-Conte, vado in ordine di importanza, non tutti se ne sono accorti, ha provocato un cambiamento straordinario. In questo ultimo anno abbiamo mandato a casa Conte chiamando Draghi alla guida del Paese. Questa scelta - ha aggiunto -, lì per lì vista come un errore, sarà un cambiamento enorme nei partiti".

 

 

Ancora l'ex premier: "Siamo all’inizio, questo processo di cambiamento porterà allo sgretolamento del M5s - ha pronosticato -. Ma questo non risolve il problema, il populismo rimane vivo. Il M5s passa, il populismo rimane. Ponte di Legno - ha spiegato - nasce come luogo del populismo: da Bossi a Salvini fino alla Meloni. Sconfiggere i 5s non è più una priorità: fanno tutto da soli. Da qui, da Ponte di Legno noi diciamo che vogliamo la politica e non il populismo. Il populismo clicca, la politica allarga e approfondisce, questa per me è la differenza", ha concluso il leader di Italia Viva di fronte a una platea di 500 ragazzi per la scuola di formazione politica Meritare l'Italia.