Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Dipendenti pubblici, stop smart working: il piano di Brunetta per il ritorno in presenza

  • a
  • a
  • a

Stop allo smart working per i dipendenti pubblici e ritorno in presenza entro fine settembre. E' questo il piano del ministro della pubblica amministrazione e semplificazione, Renato Brunetta, annunciato nel corso di un evento di Forza Italia in Puglia.

 

"Io penso che come pubblica amministrazione noi daremo un altro esempio di grande responsabilità. Credo che nel mese di settembre noi vedremo ripartire straordinariamente bene la scuola che è un punto fondante della nostra convivenza civile e del nostro pensare al futuro, e il ritorno in presenza di tutta la pubblica amministrazione, fronte office, back office e burocrazia come un atto di responsabilità e di scelta strategica di questo Paese di ritornare alla normalità dentro il boom economico che, grazie al governo Draghi si sta realizzando", ha spiegato il ministro. Parlando ai parlamentari nazionali ed europei e con i consiglieri regionali pugliesi sull’impatto che le leggi sulla semplificazione e il reclutamento avranno sull’economia, il ministro ha aggiunto: "L’economia italiana cresce al 6 per cento, è boom economico, non possiamo consentire che questo boom sia privato del contributo della parte essenziale del governo del Paese che è la Pubblica amministrazione".

 

"Pensate, ci sarà e c’è già, il boom del 110 per cento del bonus delle case, tutti gli italiani vorranno giustamente e legittimamente usufruire di questo bonus per rifare le facciate delle loro case e dei condomini. Ecco, questi bonus chi li dovrà lavorare? I front office dei comuni, gli uffici urbanistica e casa di tutti i comuni. Come possiamo pensare che si realizzino centinaia di migliaia di domande e di concessione di questo bonus se non abbiamo il personale nei comuni, nelle regioni e nei ministeri e nelle agenzie, Inps e Inail", ha concluso.