Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Green pass, scontro tra Francesco Borgonovo e Alessandra Moretti a Zona Bianca: "Per andare da Draghi viene chiesto il tampone"

  • a
  • a
  • a

Scontro sul green pass tra la deputata del Pd Alessandra Moretti e il vice direttore del quotidiano "La Verità", Francesco Borgonovo. Nello studio di Zona Bianca, il talk show di politica e attualità di Rete 4, va in scena il dibattito sul certificato verde a 24 ore dall'introduzione obbligatoria in Italia.

 

"Come mai per andare da Draghi oggi ai sindacati è stato fatto il tampone e non richiesto solo il green pass?", ha chiesto Borgonovo alla deputata Pd. Moretti, infatti, poco prima aveva lodato l'introduzione del certificato verde, evidenziando come "i politici debbano dare l'esempio", dichiarandosi d'accordo con l'introduzione del green pass. "Lo abbiamo introdotto anche alla Camera", ha ricordato la Moretti, con Borgonovo che concordava sul fatto che "è giusto, affinchè anche i politici possano provare cosa vivono tutti i giorni i cittadini". Borgonovo è tornato sul tema sottolineando come il green pass, nel caso di palazzo Chigi, non venga considerato sufficiente a garantire il premier dalla possibilità di incontrare persone contagiate dal Covid.

 

Pertanto "come possiamo dire da domani che il green pass ci mette in sicurezza?", si è chiesto il giornalista. "Diciamo la verità, - ha aggiunto - questo green pass serve solo ad incentivare le vaccinazioni, non ad altro. Se una persona non è vaccinata e ha un tampone negativo, è più sicura di un'altra che ha ricevuto due dosi di vaccino e va in giro credendo di essere al sicuro", ha evidenziato ancora. Il dibattito è andato avanti in studio con toni ancora accesi, rinfocolati dagli interventi di Massimo Cruciani da un lato e Claudia Fusani dall'altro.