Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Giorgia Meloni avverte: "Vaccinare mia figlia? Neanche in catene"

  • a
  • a
  • a

Le vaccinazioni sugli under 40 e soprattutto sui bambini continuano a far discutere anche il mondo politico. In particolare i leader del centrodestra si dichiarano contrari. "Non sono contraria a vaccinarmi - ha affermato Giorgia Meloni su Facebook, durante la presentazione del suo libro a Marina di Pietrasanta -, ma se mi chiedi di vaccinare mia figlia, neanche in catene". Più o meno dello stesso tenore l'intervento dell'alleato di centrodestra, Matteo Salvini, da Macerata: "I vaccini salvano la vita, invito tutti a mettersi in sicurezza - ha detto il segretario della Lega -. Non costringo nessuno, ma se qualcuno mi vuole convincere che i bimbi di 12 anni bisogna vaccinarli per andare a scuola non mi convincerà mai. Io mi sono vaccinato per mia scelta - ha aggiunto - non perché me lo ha imposto qualcuno".

 

 

La leader di Fratelli d'Italia ha quindi proseguito: "Sì, mi vaccino e non sono no vax, non sono contraria ai vaccini - ha sottolineato -, sono abituata a dire le cose come le penso ed è molto fastidioso che in questo nostro dibattito politico chiunque abbia il coraggio di fare domande su cose che non tornano improvvisamente debba vedersi una qualche etichetta appiccicata addosso, sempre quando il tuo interlocutore non sa cosa rispondere a quelle domande sensate che fai".

 

 

L'intervento si è poi spostato sul green pass: "Sul green pass ho già detto di non essere d’accordo, perché la considero una misura inefficace, una misura economicida che devasta il nostro turismo. Nasceva da parte dell’Ue per favorire il turismo, applicato alla vita sociale, e in Italia quando non viene applicato negli altri paesi vuol dire far fallire un’altra stagione turistica", ha affermato. Infine sul prossimo presidente della Repubblica: "Sicuramente il centrodestra - ha detto ancora la Meloni - può giocarsi la sua partita sul capo dello Stato al momento delle elezioni".