Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Green Pass, la richiesta di Confindustria: "Anche per andare a lavorare"

  • a
  • a
  • a

Un green pass per andare a lavoro. La proposta, che fa discutere, è di Confindustria. Per garantire la tutela dei lavoratori si potrebbe richiedere la presentazione del green pass ai dipendenti che, nel caso non lo abbiano, potrebbero essere spostati ad altra mansione o essere sospesi, con impatto anche sulla retribuzione. L’ipotesi è contenuta in una mail interna inviata dal direttore generale di Confindustria, Francesca Mariotti ai direttori del sistema industriale. La mail - resa nota da Il Tempo -  fa il punto sulla proposta normativa su cui Confindustria è al lavoro con governo e istituzioni nel confronto per aggiornare il protocollo per la sicurezza sui luoghi di lavoro, che segue la disponibilità all’operazione vaccinazioni in fabbrica.

 

 

 

"Nonostante la campagna vaccinale nazionale abbia registrato finora un buon andamento — si legge nella email del direttore generale di Confindustria — numerose imprese associate hanno segnalato la presenza di percentuali consistenti di lavoratori che scelgono liberamente di non sottoporsi alla vaccinazione anti-Covid19, esponendo di fatto a un maggior rischio di contrarre il virus se stessi e la pluralità di soggetti con cui, direttamente o indirettamente, entrano in contatto condividendo in maniera continuativa gli ambienti di lavoro". A preoccupare è la diffusione della pandemia che "torna a registrare in questi giorni un incremento dei contagi".

 

 

Se Confindustria propone di vietare l’ingresso in azienda ai non vaccinati e di sospenderli dallo stipendio, il leader della Cgil, Maurizio Landini, ironizza così: "Spero che sia il caldo". "In questo anno di pandemia i lavoratori sono sempre andati in fabbrica in sicurezza. Rispettando i protocolli e le norme di distanziamento. Non sono le aziende che devono stabilire chi entra e chi esce" aggiunge. Ma la proposta di Confindusria è che sia il governo a stabilire l’obbligo, Landini argomenta che "certamente una scelta di questo tipo la può compiere solo il governo. I lavoratori sono stati i primi, durante la pandemia, a chiedere sicurezza arrivando addirittura allo sciopero per ottenerla. Io mi sono vaccinato e sono perché tutti si vaccinino".