Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Virginia Raggi, gentile concessione del teatro di Proietti a Travaglio e Scanzi. La rabbia di Italia Viva

  • a
  • a
  • a

Il Globe Theatre di Roma è famoso per ospitare esclusivamente le opere di William Shakespeare ed è stato intitolato a Gigi Proietti: un atto dovuto, dato che si tratta di una leggenda italiana del teatro, la cui morte ha lasciato un vuoto incolmabile. Da questa estate, però, ci sarà un’altra novità, più o meno piacevole a seconda dei punti di vista e dei gusti personali: c’è in programma Tutta scena - Il teatro in camera. 

 

 

 

Si tratta di una rassegna teatrale targata Loft Produzioni che vedrà anche la partecipazione di Andrea Scanzi e Marco Travaglio. Il primo sarà impegnato domani lunedì 12 luglio in uno spettacolo prettamente politico con I casi Matteo, il ritratto politico-antropologico di Matteo Renzi e Matteo Salvini. Il direttore del Fatto Quotidiano, invece, sarà di scenda il giorno dopo - martedì 13 - con un altro caso politico trasformato in spettacolo, ovvero Conticidio, tratto dal suo ultimo libro I segreti del Conticidio. Insomma, Virginia Raggi ha dato a Scanzi e Travaglio in gentile concessione il teatro di Proietti.

 

 

Non a tutti va giù. Massimo Ungaro, deputato di Italia Viva, ha commentato  la notizia con un certo sdegno: “La cupola del Colosseo deve aver dato alla testa alla Raggi, che ha pensato ora di dare il Globe Theatre a Scanzi e Travaglio, con buona pace del nobile teatro shakespeariano voluto da Gigi Proietti, uno dei nostri più grandi talenti. Da Macbeth al Conticidio, la cultura svilita e svenduta nel nome del pensiero unico grillino. Ma i romani non cascheranno nella stessa trappola due volte”.