Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Comunali, centrodestra: ok ai candidati sindaco Bernardo a Milano e Maresca a Napoli

  • a
  • a
  • a

Il vertice del centrodestra ha indicato Luca Bernardo come candidato sindaco a Milano e Catello Maresca quale candidato sindaco a Napoli. La notizia è stata resa nota dall’alleanza dopo l’incontro di questo pomeriggio alla Camera.

Luca Bernardo è primario di pediatria al Fatebenefratelli e professionista stimato,  Bernardo sarà l’avversario di Beppe Sala in una competizione che, nella sua prima uscita quasi ufficiale alla firma dei referendum per la Lega a Milano, ha assicurato sarà mai urlata.  Classe 1967 (è nato il 3 agosto), Bernardo si laurea in medicina presso la Statale di Milano, specializzandosi con lode in pediatria e neonatologia. Dal 2005 è direttore del Dipartimento di medicina dell’infanzia e dell’età evolutiva del Fatebenefratelli-Sacco-Buzzi di Milano e professore di pediatria direttore di Casa Pediatrica.

 

 

Da sempre attivo nel campo del sociale, nel 2008 fonda il Centro Disagi Adolescenziali del Fatebenefratelli a Milano, primo in Italia a occuparsi del cyberbullismo e le attività illegali in Rete, dedicandolo a Carolina Picchio, la ragazza di 14 anni suicidatasi perché vittima di cyber bulli. Tra il 2012 e il 2016 è stato Consigliere del ministro per le Politiche agricole in materia di Educazione alimentare per l’Expo 2015, mentre dal 2013 fa parte del Gruppo di approfondimento tecnico per il riordino del sistema sanitario regionale. Nel 2011 ha ricevuto l’Ambrogino d’oro militare dal Comando Esercito Lombardia per l’impegno di responsabile nazionale presso il Miur per il disagio giovanile e il bullismo. Sempre nello stesso anno ha ottenuto il Pride Miamìs Children Hospital. Nel 2015 è stato nominato Cavaliere dell’Ordine Al Merito della Repubblica Italiana. Quella di oggi non è la sua prima corsa per Palazzo Marino: già nel 2006 era stato candidato come consigliere comunale nella lista civica di Letizia Moratti, ricevendo 200 preferenze. Suo fratello è l’ex deputato di Forza Italia (e poi del Nuovo Centrodestra) Maurizio, ora passato al Pd. 

 

 

Definitiva anche la scelta di Napoli. "Sono contento dell’adesione convinta di tutte le forze politiche del centrodestra al Progetto Napoli che da settimane vado propugnando in giro per una città sempre più sofferente ma con una grande voglia di riscatto dopo oltre 30 anni di governo di sinistra", ha detto Catello Maresca, candidato sindaco di Napoli, commentando il sostegno dei partiti del centrodestra alla sua candidatura. "Sono felice - aggiunge Maresca - del fatto che si sia discusso di programmi e non di persone e simboli e ideologie. Questa concretezza dei leader del centrodestra mi dà la convinzione che ora sia davvero possibile cambiare il destino di Napoli da troppo tempo usata dalla sinistra come camera di compensazione e bilanciamento di posizioni di potere romane. Attorno al programma con cui ci occupiamo in maniera seria e qualificata di rigenerazione urbana, di riqualificazione del centro storico, restituzione di Bagnoli ai napoletani, Napoli Est, lavoro, sicurezza, degrado urbano, questione ambientale e altre emergenze storiche da risolvere, potrà nascere entro pochi anni una città nuova. Con il Progetto Napoli, questa città sarà capace di riproporsi sullo scacchiere italiano e internazionale come capitale culturale ed economica del Mediterraneo, un ruolo che ha sempre recitato in passato e che tornerà a recitare perché il destino di Napoli è quello di ridiventare baricentro del Paese e risorsa primaria per il riscatto del Sud".