Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Salvini: "Quando vedo i virologi in tv cambio canale"

  • a
  • a
  • a

Matteo Salvini se la prende anche con i virologi. Intervistato in piazza a Brindisi, dove si trovare per una manifestazione politica della Lega, ha detto: "Ormai quando vedo i virologi in tv, cambio canale".

 

Così il leader della Lega in piazza Vittoria, nel centro della città, per lanciare la raccolta delle firme per il referendum in tema di giustizia. "C’è qualcuno che vorrebbe ancora tenerci tutti chiusi dentro casa", ha aggiunto Salvini parlando ai cittadini. "Torniamo alla vita e a sorridere, ne abbiamo bisogno tutti. L’Italia è l’unico Paese in cui ad oggi non c’è una data di riapertura per le discoteche e i locali da ballo. Mi chiedo perché non si permette ai giovani di ballare e di divertirsi in sicurezza, quando poi ci sono feste abusive, senza regole e controlli", ha concluso il leader della Lega. Un appello forte, quindi, per riaprire uno degli ultimi settori dell'economia che risente ancora delle restrizioni anti Covid proprie del lockdown.

 

E in merito alle polemiche per la firma sul manifesto "sovranista" in Europa, Salvini ha precisato: "La posizione della Lega in Europa e in Italia è in sintonia con quella di Draghi. Europa sì, ma da protagonisti, con l’interesse nazionale italiano come priorità e atlantismo sì, saremo sempre al fianco delle democrazie e le libertà". Poi una stoccata al segretario del Pd, Enrico Letta, in merito alle polemiche sui giocatori della nazionale italiana di calcio in ginocchio prima delle partite per solidarietà al movimento Black Lives Matter. "Siamo passati da una sinistra che parlava e si preoccupava di fabbriche, lavoro e lavoratori, a chi oggi parla di giocatori. Letta si preoccupa se i calciatori della nazionale si inginocchiano o meno, io spero che lo facciano solo dopo aver vinto contro la Spagna", ha concluso.