Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Concorsi pubblici al ministero della Giustizia, l'annuncio di Cartabia: "Due selezioni per magistrati"

  • a
  • a
  • a

Nuovi concorsi pubblici in vista. A bandirli è il ministero della giustizia, come anticipato dalla titolare del dicastero, Marta Cartabia, che ha anticipato l'avvio di due selezioni per magistrati.

 

"Ci siamo da subito attivati per rimettere in moto i concorsi: a brevissimo si svolgerà un concorso per la magistratura, a metà luglio, e un altro partirà per 360 posti subito dopo l’estate. I magistrati in Italia sono troppo pochi e parte del problema della durata del processo è legata anche a questa carenza, di gran lunga maggiore rispetto alla media europea", ha detto il ministro nel suo intervento all’incontro "Ufficio del Processo" presso l’Università Statale di Milano. "I magistrati sono troppo pochi in Italia e parte del problema della durata del processo nel nostro Paese è legata anche a questa carenza", ha aggiunto. Nel corso del suo intervento, poi, la ministra ha fatto il punto sui quattro mesi del governo Draghi e del suo lavoro al dicastero, evidenziando come "in quattro mesi c'è stato un cambiamento epocale".

 

"La riforma del processo penale a brevissimo la porteremo in Consiglio dei ministri e sarà frutto di una sintesi politica che, a partire dal disegno di legge già incardinata in Parlamento, tenga conto di un governo in cui è cambiata maggioranza"; ha poi aggiunto. "All’interno del Recovery che punta alla rigenerazione e alla rinascita di tutta l’Europa dopo il blocco della pandemia, alla giustizia è destinata la quota più consistente di tutte le assunzioni, di tutto il reclutamento. Questo perchè nel confronto con l’Europa si è compreso che la giustizia è un settore nevralgico del Paese", ha ricordato in un altro passaggio del suo intervento. La relazione della ministra ha ricevuto critiche molto positive da diversi parlamentari di maggioranza, anche di diversi schieramenti, che hanno espresso il proprio plauso per l'operato della Cartabia attraverso le agenzie di stampa per tutto il corso della giornata.