Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Roma, elezioni comunali: Enrico Michetti candidato sindaco del centrodestra. Ticket con Simonetta Matone

  • a
  • a
  • a

Elezioni comunali di Roma, Enrico Michetti sarà il candidato sindaco del centrodestra. "La prossima settimana presenteremo la squadra per Roma e non vedo l’ora. Enrico Michetti sarà il candidato sindaco, Simonetta Matone il pro sindaco, ci ho parlato io. Su Vittorio Sgarbi assessore alla Cultura vedremo. Stiamo formando una squadra su Roma". Lo ha detto il segretario della Lega Matteo Salvini uscendo dal tavolo di coalizione del centrodestra al palazzo dei gruppi della Camera.

 

"Piena sintonia nel centrodestra che ha scelto Enrico Michetti candidato sindaco per Roma Capitale, in ticket con Simonetta Matone che sarà prosindaco. Paolo Damilano è il candidato sindaco a Torino. Entro la settimana sarà ufficializzata la candidatura per la regione Calabria", riferisce una nota unitaria al termine dell'incontro. "Sono contento e emozionato, grato per la fiducia dimostrata in questi giorni, per l’affetto ricevuto", questo il primo commento di Enrico Michetti, appena designato dal centrodestra come candidato sindaco. Per il professore di diritto e speaker radiofonico "ora è il momento di restituire alla città eterna quello che merita, il ruolo di caput mundi".

 

"Michetti e Matone sono due straordinari professionisti", questo il primo commento di Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia, all'uscita dal vertice con Salvini e i vertici degli altri partiti della coalizione. "Il centrodestra sta facendo grandi passi in avanti, è compatto e lavora per vincere", ha sottolineato l'ex ministro della gioventù. Si sblocca così l'impasse all'interno della coalizione sui nomi per le grandi città al voto, mentre bisognerà attendere ancora qualche giorno per l'ufficializzazione dei candidati di Milano, Bologna e della regione Calabria (al voto anticipatamente a causa della morte della ex presidente Iole Santelli). "Siamo riconvocati per mercoledì prossimo per la chiusura di tutti i 1.300 candidati sindaci delle città che andranno al voto, a differenza di Pd e M5S che sono divisi a Roma e in mezza Italia e dove fanno le primarie litigano, come promesso ho l’onore di guidare una coalizione come quella del centrodestra che avrà candidature unitarie e squadre competitive e vincenti. Abbiamo fatto qualche riunione in più, però tutto bene quel che finisce bene", ha poi detto Salvini.