Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Scarcerazione di Brusca, Salvini (Lega): "Una schifezza"

  • a
  • a
  • a

"Una schifezza, con tutto il rispetto per le regole e le norme, se l’hanno fatto uscire c’era il requisito per farlo ma bisogna cambiare la legge" così si è espresso Matteo Salvini, leader della Lega, a Mattino Cinque - la trasmissione di Canale5 in onda ogni mattina dal lunedì al venerdì - in merito alla scarcerazione per fine pena di Giovanni Brusca. "Una persona che ha sciolto un bimbo nell’acido, che ha ammazzato Falcone e la sua scorta è una bestia che per quanto mi riguarda non può uscire di galera. Se l’ergastolo non lo dai a un personaggio del genere chi lo merita? Dopo 100 omicidi se uno vuole collaborare per alleviare le pene della sua coscienza ne risponderà a Dio, io da essere umano così buono non riesco ad esserlo, per soggetti come questo l’ergastolo è il minimo della pena" ha aggiunto Salvini.

 

 

"Per soggetti come questi l’ergastolo con il lavoro obbligatorio in carcere è il minimo della pena. Poi avrà anche collaborato e fatto arrestare altri mafiosi ma uno che scioglie un bambino nell’acido come fa domani a uscire di casa? Come fa a sorridere a dopo che ha rubato il cuore alla Sicilia", ha aggiunto Salvini. Sempre durante la trasmissione Mediaset il leader della Lega ha aggiunto: "Brusca che ha 100 omicidi sulle spalle ha fatto 25 anni di carcere, io ne rischio 15 per aver controllato, rallentato e limitato gli sbarchi di immigrati clandestini. Io ritengo di aver difeso il mio Paese".

 

 

"È impossibile credere che un criminale come Brusca possa meritare qualsiasi beneficio. La sua uscita dal carcere fa venire i brividi. Questa non è giustizia giusta. Vicino alle famiglie delle vittime dei suoi efferati omicidi di mafia" il tweet invece di Antonio Tajani, coordinatore nazionale di Forza Italia.