Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vittorio Sgarbi, sulla morte di Dupasquier. "Non ha senso rischiare la vita per uno sport"

  • a
  • a
  • a

Vittorio Sgarbi scosso per la morte di Jason Dupasquier, il pilota svizzero di 19 anni che è deceduto in ospedale questa mattina, domenica 30 maggio, dopo essere rimasto vittima di un pauroso incidente durante le prove di Moto 3 nel circuito del Mugello sabato 29 maggio. Il parlamentare e critico d'arte ha pubblicato un post su Facebook nel quale si chiede se vale la pena mettere a rischio la vita per una competizione sportiva. "Mi chiedo che senso abbia praticare sport in cui si mette continuamente a rischio la propria vita e quella degli altri. Una competizione non può diventare una sfida alla vita. Che valori può trasmettere uno sport del genere?", dice Sgarbi. Parole che faranno discutere, soprattutto gli appassionati di motori e moto che, come sempre è avvenuto in casi analoghi, sostengono che seppur doloroso il rischio fa parte del loro sport.

 

Dupasquier  si legge in una nota della MotoGp  "è stato coinvolto in un incidente con più motociclisti tra le curve 9 e 10 mentre erano in svolgimento le qualifiche della Moto3. Subito dopo è stata esposta la bandiera rossa. Sul posto sono giunti immediatamente i mezzi di intervento medico della Fim e il pilota svizzero è stato soccorso in pista prima di essere trasferito in elicottero sanitario, in condizioni stabili, all'ospedale Careggi di Firenze. Nonostante i grandi sforzi del personale medico del circuito e di tutti coloro che successivamente si sono occupati del pilota svizzero, l'ospedale ha annunciato che Dupasquier è purtroppo morto per le sue ferite".

 

"Lo sport è vita e quando irrompe la morte rimaniamo senza parole. Addio Jason". Lo scrive in un messaggio sui propri canali social la sottosegretaria allo Sport Valentina Vezzali commentando la notizie della morte del pilota svizzero. "Siamo devastati, in questo momento tutti i nostri pensieri vanno alla famiglia". Lo scrive su Instagram la Pruestel Gp, il team del pilota svizzero scomparso dopo un grave incidente sul circuito del Mugello. "Ci mancherai tanto, non ti dimenticheremo mai", aggiunge il team.