Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fuori dal Coro, assurda multa al bar: teneva tre pesci rossi in una ampolla. L'acquario deve essere quadrato

  • a
  • a
  • a

Lei si chiama Sharon D'Antoni, è la titolare di un bar di Alessandria ed è stata multata non per la violazione di una norma anti Covid, ma perché nel suo locale aveva dei pesci rossi in una ampolla. Una storia che sembra assurda: la barista dovrà pagare una sanzione di cento euro per tre pesciolini che erano in un recipiente ritenuto irregolare. Sono stati due ispettori ambientali a elevare la sanzione perché i pesci non si trovavano in un acquario come previsto dalla legge. La sanzione tra l'altro ha rischiato di essere di trecento euro per tre motivi: il recipiente non può essere tondo ma deve essere quadrato; ci doveva essere più acqua; deve essere presente un filtraggio. I due ispettori hanno graziato il Bar Invidia 97 di 200 euro.

 


La vicenda è stata raccontata dalla barista durante Fuori dal coro, il programma di approfondimento condotto da Mario Giordano e in onda ogni martedì su Rete 4. "In mezzo al caos per il Covid - ha sottolineato Giordano - l'hanno multata perché la vasca dei pesci non era adeguata. Non può essere rotonda e deve essere più larga. Erano queste le motivazioni?". Risponde Sharon: "Sono venuti due operatori di Amag Ambiente e ci hanno multati perché tenevamo tre pesciolini nell'ampolla. E non si possono tenere in un contenitore rotondo".

Mentre Katia Ricciarelli se la ride, Giordano interrompe la barista e alza la voce in maniera provocatoria: "Non si possono mettere i pesciolini in una ampolla rotonda, Sharon insomma! Anche lei, questa scelta di tenere i pesci in una ampolla rotonda". In realtà è una critica diretta e pesante agli autori della sanzione. E ancora ironia di Giordano: "Vada a spacciare. Se lei va a spacciare o a delinquere non le dicono niente. Se lei mette i pesciolini nella boccia rotonda, arrivano. Nonostante il bordello della pandemia arrivano come dei falchi e le fanno la multa".