Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid: coprifuoco, ristoranti, palestre e matrimoni. Tutte le novità del decreto sulle riaperture

  • a
  • a
  • a

Passi in avanti sulle riaperture e sulla riduzione del coprifuoco. Il consiglio dei ministri ha approvato il nuovo decreto sulle misure anti Covid che definisce i nuovi orari del coprifuoco e il cronoprogramma delle riaperture. Ecco di seguito le novità decise dalla cabina di regia e poi decretate dal Cdm che si è riunito a palazzo Chigi.

 

Coprifuoco: slitta di un’ora, dalle 22 alle 23, dall’entrata in vigore del nuovo decreto per poi passare a mezzanotte il 7 giugno ed essere cancellato completamente dal 21 giugno, primo giorno d’estate.

Matrimoni e cerimonie saranno consentiti dal 15 giugno ma solo con "green pass": gli invitati, cioè, dovranno esibire un tampone con esito negativo effettuato nelle 48 ore precedenti, il certificato di avvenuta guarigione o di vaccinazione. Il Cts dovrà pronunciarsi a stretto giro sul numero massimo di invitati.

Ristoranti: dal primo giugno sarà possibile mangiare, sia a pranzo che a cena, nei ristoranti anche al chiuso. Torna anche il caffè al banco del bar.

Centri commerciali: riapertura a partire dal 22 maggio dei centri commerciali nel weekend, nelle giornate festive e prefestive.

Terme e piscine: riapertura a partire dal 1 luglio di piscine al chiuso, terme e centri benessere.

Palestre: riapertura anticipata al 24 maggio anziché al primo giugno come precedentemente previsto.

 

 

Discoteche: niente da fare per discoteche e sale da ballo, sia all’aperto che al chiuso, le cui attività restano sospese.

Sci: riapertura degli impianti di risalita nelle località sciistiche dal 22 maggio alle condizioni indicate dalle linee guida.

Parchi divertimento: anticipata la riapertura al 15 giugno per i parchi tematici e di divertimenti.

Sale giochi: sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò riapriranno dall'1 luglio.

Corsi di formazione: i corsi di formazione, pubblici e privati, potranno riprendere in presenza dall'1 luglio. Nella stessa data riprendono anche le attività di centri culturali, centri sociali e centri ricreativi.

Zone bianche: dal 1 giugno Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna passeranno in zona bianca. È quanto si apprende all’esito della cabina di regia. Dal 7 giugno anche Liguria, Abruzzo e Veneto. Per le regioni in zona bianca valgono solo le regole di comportamento (mascherina, distanziamenti) ma non ci sono altre restrizioni come il coprifuoco.