Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vittorio Sgarbi, bacio tra due donne nello spot Dietorelle. L'attacco: "Immorale per i bambini, è pornografia"

  • a
  • a
  • a

Vittorio Sgarbi contro il nuovo spot delle caramelle Dietorelle. "E' pornografia", tuona il parlamentare e critico d'arte pubblicando il video su i suoi canali social. "Sono i primi effetti del disegno di legge Zan", aggiunge su i suoi profili Twitter e Facebook. Ma cosa si vede nello spot delle caramelle senza zucchero. Prima c'è una scena di due adolescenti, un ragazzo e una ragazza, che si chiudono in cameretta scambiandosi le caramelle con la bocca e baciandosi. Successivamente la scena si sposta in una cucina dove due donne adulte si baciano mentre una di loro sta cucinando. Ed è proprio questa scena ad aver scatenato la reazione di Sgarbi.

 

Primi effetti del cosiddetto “Ddl Zan”. Guardate questo stucchevole spot di Dietorelle: immorale oer i bambini! Siamo nel campo della pornografia. Cosa dice il garante per l’infanzia?

Pubblicato da Vittorio Sgarbi su Sabato 15 maggio 2021

 

"Primi effetti del cosiddetto Ddl Zan. Guardate questo stucchevole spot di Dietorelle: immorale per i bambini! Siamo nel campo della pornografia", scrive nel post pubblicato suoi social per poi chiedere un intervento delle autorità preposte: "Cosa dice il garante per l’infanzia?". Tanti i commenti sdegnati postati sotto al tweet di Sgarbi: "Tra poco avremo bisogno noi etero di un decreto che ci tutela", "Io sono rimasto scioccato quando ho visto questo spot. Ho una figlia di dieci anni ed anche le è rimasta sconvolta. Ma chi permette queste oscenità proibite e mai punite. Tanto ormai in Italia tutti possono fare ciò che gli pare", "Infatti, l’altra sera , a cena con i miei figli, il più piccolo di 8 anni si è stupito in negativo a vedere in Tv una cosa del genere e in quella fascia oraria. Erano le 19", "Discutibile perversione nel voler imporre a dei minori un orientamemento o un atteggiamento sessuale".

 

Ci mancava quest'altra moda del momento. Lasciate stare le panchine e rispettate il decoro urbano. Le panchine non hanno...

Pubblicato da Vittorio Sgarbi su Sabato 15 maggio 2021

 

Vittorio Sgarbi ha preso l'occasione anche per contestare, in un altro post, la moda delle panchine arcobaleno: "Ci mancava quest'altra moda del momento. Lasciate stare le panchine e rispettate il decoro urbano. Le panchine non hanno sesso. E a nessuno è consentito di sfregiare gli arredi urbani per imporre le proprie idee (del c...o!)".