Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Silvio Berlusconi, indiscrezioni Dagospia: "In ospedale la partita più difficile"

  • a
  • a
  • a

Il ricovero in ospedale di Silvio Berlusconi non serve per evitare i processi: sta combattendo la sua partita più difficile. Lo scrive Dagospia, evidentemente al corrente di indiscrezioni sulle condizioni di salute del leader di Forza Italia. Il sito è proprio diretto: "Flash! Altro che scusa per i processi, all'ospedale San Raffaele Silvio Berlusconi sta vivendo la partita più difficile. Daje Silvio". Di sicuro il leader i Forza Italia sta vivendo un periodo molto complesso. Nella notte del 10 maggio è tornato nuovamente in ospedale per ulteriori accertamenti. Era stato dimesso dal San Raffaele di Milano il primo maggio, dopo un ricovero di 24 giorni. Il Giornale un paio di settimane fa ha riportato che a preoccupare non sia stata soltanto l'infiammazione dovuta alla vaccinazione anti Covid, ma anche altri problemi, come una "fibrillazione striale" causata da stress. 

Il leader di Forza Italia era stato in ospedale per Covid nello scorso mese di settembre. Quando aveva lasciato il San Raffaele di Milano, il giorno 14, dimesso dal professor Alberto Zangrillo, aveva ammesso di aver vissuto il momento più difficile della sua vita. "Grazie al cielo e ai medici  - aveva dichiarato Berlusconi - ho superato la prova più pericolosa della mia vita. Lo posso dire con soddisfazione: anche stavolta l’ho scampata. E con l’aiuto di Dio tutti supereremo questo periodo".

Il già presidente del consiglio dei ministri, aveva poi rivolto un pensiero a tutte le persone ancora ammalate e alle loro famiglie, sottolineando che si tratta davvero di una "malattia grave". Aveva inoltre spiegato di essersela vista brutta in particolare nei primi tre giorni e ricordato che nelle settimane precedenti aveva lanciato diversi appelli a non sottovalutare il pericolo. L'ex premier era arrivato in ospedale con un principio di polmonite bilaterale nella notte tra il 3 e il 4 settembre. Il tampone era risultato positivo il giorno precedente.