Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coprifuoco, Garavaglia: "La misura a breve sarà rivista"

  • a
  • a
  • a

Il coprifuoco potrebbe avere i giorni contati. "C’è la volontà di rivedere le misure sulla base dell’andamento dei contagi. Io sono ragionevolmente fiducioso che la misura in tempi brevi possa essere rivista positivamente" ha annunciato il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, in conferenza stampa al termine della ministeriale del G 20 Turismo.

 

 

"Si possono fare tante misure particolari nel breve, che proporremo nei prossimi decreti per far ripartire l’occupazione, nel modo più semplice e ordinato possibile, in un settore che ha necessità di una certa flessibilità. Quindi una serie di azioni che consentano di ripartire in sicurezza e in velocità" ha spiegato Garavaglia. Il ministro ha fatto l’esempio della decontribuzione per chi riprende in carico personale in cig, "purtroppo la regola dice che oggi vale solo se rientra il 100% del personale ma una grande struttura alberghiera non parte da zero a 100 ma con gradualità, quindi, consentire che questa norma valga anche per un rientro in percentuale diverse accelera la ripartenza, altrimenti si ha un incentivo a rimanere chiuso...oltre a questo una serie di norme mirate nel prossimo decreto semplificazioni" ha aggiunto.

 

 

"Ci sono diverse stime sulla possibilità di tornare al 100% ai numeri del 2019 in un paio di anni, noi ci auguriamo che si riesca ad arrivare prima". Lo ha detto il ministro del Turismo. "Noi usiamo la metafora della safety car quando c’è un incidente in un Gran Premio entra la safety car e tutti si fermano e sono sullo stesso livello, poi si riparte e vince chi corre più veloce. Il nostro obiettivo è di essere tra quelli che corrono più veloci" ha spiegato Garavaglia. "A monte di tutto è la ripresa dell’afflusso di turisti stranieri la vera necessità nel nostro sistema Paese, oltre al turismo Italia su Italia che già l’anno scorso ha avuto un riscontro positivo soprattutto al mare e in montagna, molto meno per le città d’arte per le quali abbiamo la necessità di far ripartire turismo dall’estero" ha concluso il ministro del Turismo.