Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vaccino, Pfizer coprirà un anno poi terza iniezione. Il fondatore di Biontech: "Produzione per tre miliardi di dosi"

  • a
  • a
  • a

Il vaccino Pfizer Biontech protegge dal Covid per un anno. Lo ha dichiarato il fondatore della stessa BiontechUgur Sahin. E' lo scienziato di origini turche che si è occupato direttamente del farmaco e che prevede la necessità della somministrazione di una terza doseSahin ha fatto il punto sul vaccino nel corso di un incontro che è stato organizzato dalla stampa estera in Germania. Lo scienziato ha ribadito che nel corso del trascorrere del tempo "la protezione del vaccino contro il virus diminuisce, con il calo degli anticorpi". E' per questo che "sarà necessaria una terza vaccinazione: secondo le mie stime dopo nove mesi dalla seconda, al massimo dopo dodici". 

In relazione a quella che considera la "nuova normalità", Sahin ha spiegato che usa questo termine "per evitare che torniamo indietro e dimentichiamo tutti quello che è stata questa pandemia". E ancora: "Per me la nuova normalità significa che ci si potrà proteggere dal virus e che si tornerà a muoversi liberamente, ma anche che ci saranno persone che non sono vaccinate, magari perché non vogliono o che a causa di un cattivo sistema immunitario sono ancora a rischio. Dobbiamo fare attenzione anche a loro".

Sahin ha inoltre aggiunto che ci saranno altri piccoli focolai che però in futuro potranno essere rapidamente controllati e proprio grazie ai vaccini. Secondo lo scienziato "potremo dimenticare tutta l'emotività legata al Covid. E questa sarà la nuova normalità". Ha inoltre sottolineato che secondo lui è giusto offrire la vaccinazione anti Covid anche ai bambini: "Anche loro possono avere percorsi gravi e per quanto sia raro ci sono casi per i quali finiscono in terapia intensiva, il long Covid potrebbe colpire anche loro". Lo scienziato, inoltre, si è detto ottimista e realista e ha giudicato un importante successo dell'umanità la reazione nei confronti della pandemia: "La maggior parte delle persone è stata ragionevole e ha collaborato, tutti hanno contribuito e dopo un anno dai primi casi c'erano già diversi vaccini approvati". La capacità di produzione di Pfaizer sarà aumentata dai 1.3 a 3 miliardi di dosi.