Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vittorio Sgarbi, Lilli Gruber gli impedì di parlare del caso del figlio di Beppe Grillo

  • a
  • a
  • a

"Lilli Gruber mi impedì di parlare della vicenda del figlio di Beppe Grillo durante la sua trasmissione". Lo ha sostenuto con forza il parlamentare e critico d'arte Vittorio Sgarbi, durante la puntata di Non è l'Arena di domenica 25 aprile. Sgarbi ha partecipato al talk di La7 condotto da Massimo Giletti, ospite proprio durante la parte del programma dedicata al caso del comico e fondatore del Movimento 5 Stelle.

Grillo è finito nella bufera dopo la pubblicazione social di un video in cui difende il figlio, indagato per stupro di gruppo. Inoltre critica il sistema di giustizia italiano, oltre a lanciare una velenosa frecciata nei confronti della presunta vittima che a suo avviso si sarebbe ricordata troppo tardi di presentare denuncia. Gli indagati sono quattro e le indagini stanno andando avanti ormai da quasi due anni. Sgarbi ha sostenuto durante la trasmissione che il governo Conte 2 è nato proprio per tutelare il figlio di Grillo, verità che gli avrebbero confidato grillini della prima ora con cui ha "rapporti molto stretti" (clicca qui per il video).

Ma soprattutto ha lamentato quando Lilli Gruber gli impedì di parlare del caso. Oggi sui social è saltato fuori il video di quella puntata di Otto e Mezzo dello scorso anno. Sgarbi parlando dei tempi lunghi della giustizia provò a citare proprio il caso del figlio di Beppe Grillo ma Gruber gli tolse la parola: "Ah no, ah no. Sgarbi la fermo perché a noi dell'inchiesta sul figlio di Grillo non interessa niente". Gruber lasciò poi parlare Sgarbi soltanto perché fece altri esempi. Clicca qui per vedere il video.