Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Non è l'Arena, il caso di Ciro Grillo, la protesta dei ristoratori e i misteri del Covid

  • a
  • a
  • a

E' una puntata che si annuncia particolarmente intensa quella di stasera, domenica 25 aprile, di Non è l'Arena, talk di La7 condotto da Massimo Giletti. Al centro dell'attenzione il caso di Ciro Grillo, il figlio di Beppe indagato per stupro. Il video del padre è diventato un vero e proprio caso nazionale e sarà argomento del programma che inizierà alle 20.30. Il figlio del fondatore del Movimento 5 Stelle rischia una pesante condanna per un presunto stupro di gruppo ai danni di una ragazza di 19 anni, avvenuto due anni fa. Grillo si è schierato in prima linea, non solo in difesa del figlio, ma anche fortemente critico con il sistema di giustizia italiano. Un video che è stato un vero e proprio boomerang sul piano d’immagine. In studio ne parleranno Vittorio Sgarbi, Sandra Amurri, Peter Gomez, Stefania Andreoli e Eva Dal Canto.

Ovviamente non si parlerà soltanto del caso Grillo. Si tornerà anche sulla campagna vaccinale anti Covid che fatica ancora a decollare in alcune regioni. Ma anche del fatto che a un anno di distanza dalla diffusione del virus ancora non è chiaro quale sia stata la reale origine in Cina. Su questo tema si affronteranno Lisa Iotti, Luca Telese, Pierpaolo Sileri e Luca Pani.

E sempre in relazione al Covid, sarà affrontato il tema delle riaperture. Non è l'Arena ancora una volta racconterà la protesta di molti ristoratori contro le scelte del governo per i prossimi giorni. In particolare non piace il coprifuoco ancora a partire dalle 22. Giletti darà loro voce collegandosi in diretta con due città importanti, Firenze e Napoli. Ma sarà di nuovo affrontato anche il tema della drammatica situazione che vive la regione Calabria. Ne parleranno Dina Lauricella, Nicola Morra, Lino Polimeni e Guido Longo. Su riaperture e proteste Alessia Morani, Alessandro Cecchi Paone, Giuseppe Ghisolfi, Gianluigi Paragone e Claudio Cecchetto.