Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nuovo decreto, battaglia sul coprifuoco. Le Regioni chiedono di arrivare sino alle 23

  • a
  • a
  • a

Il ripristino delle zone gialle con i ristoranti aperti pure a cena ma solo all’aperto, la possibilità di spostarsi nuovamente da una Regione all’altra grazie anche ai certificati verdi, il ritorno della scuola in presenza per i ragazzi delle superiori. Da lunedì prossimo in Italia scatteranno quelle aperture ragionate anticipate dal premier Mario Draghi. Ma contestualmente tiene banco il tema delle riaperture  e dell'orario del coprifuoco Massimiliano Fedriga, presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni, annuncia un’interlocuzione con il Governo per  "ampliare di un’ora, fino alle 23, per dare un minimo di respiro alle attività" il coprifuco.

 

 

Tematica rilanciata anche da Matteo Salvini, leader della Lega: "Proporremo in Cdm e in Parlamento la riapertura dai primi di maggio anche delle attività al chiuso e l’estensione almeno fino alle 23 della possibilità di uscire" soprattutto per agevolare gli utenti della ristorazione. Non tutti la pensano così però: "Ogni misura deve essere dentro una strategia organica, se il punto di equilibrio del governo prevede aperture e possibilità di cenare all’aperto fino alle 22, credo che sia la scelta giusta" ha infatti detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Ma il gruppo di chi spinge per l'ora in più è corposo: "Io metterei il coprifuoco alle 23 ma sono dettagli, si è trovato un buon compromesso che potrebbe essere migliorato già oggi" il parere di Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna.

 

 

"Il coprifuoco evoca brutte cose, noi non vediamo l’ora di allungare l’orario e poi di abolirlo, ma tutto deve essere fatto con gradualità e progressività" ha detto invece Mariastella Gelmini, ministro degli Affari regionali, ai microfoni di Rtl 120.5. Al programma Start su SkyTg24 si è invece pronunciato così Pierpaolo Sileri, sottosegretario di Stato alla Salute: "Cambia poco, si può immaginare di spostare il coprifuoco alle 23 ma credo occorra un minimo di cautela e aspettare i dati delle prossime due settimane".