Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Travaglio e Vauro, l'ultimo attacco a Matteo Salvini: ubriaco al "coprifuoco"

  • a
  • a
  • a

Il Fatto Quotidiano contro Matteo Salvini. Il leader della Lega (come per altro Matteo Renzi) è nel mirino di Marco Travaglio e oggi, martedì 20 aprile, è arrivato un nuovo affondo. Un assalto.

 

 

Il pretesto per aprire il fuoco contro Salvini è la battaglia dell'ex ministro dell'Interno per spostare il coprifuoco dalle 22 alle 23, un'ora vitale per i ristoranti ai quali verrà "concesso" di riaprire alla sera dopo un anno di disgrazie. Una posizione sulla quale anche oggi Matteo Salvini ha insistito e che ha trovato diversi consensi, anche trasversali.  Se i ristoratori vogliono lavorare anche a cena - è questo il concetto della posizione del leader del Carroccio -  i ristoranti hanno bisogno di quell'ora extra se vogliono puntare a un doppio turno

Travaglio per l'occasione arma la matita di Vauro, il vignettista comunista, che intitola la sua ultima fatica "coprifuoco", appunto. Dunque ecco due militari e delle voci che arrivano da un punto non ben definito: "Altolà! Chi va là?", chiedono gli uomini in divisa. "Hic", risponde la voce. "Parola d'ordine". "Mojito, hic". "Cacchio di nuovo Salvini", concludono i militari.

 

 

Insomma - fa notare liberoquotidiano.it che riporta la notizia, ancora una volta. non è certo una novità, il Fatto Quotidiano fa passare il leghista come un ubriacone, con l'ormai stucchevole e trito e ritrito riferimento al Mojito. Ma Travaglio, c'è da scommetterci, sarà soddisfattissimo per l'ultimo "guizzo" firmato Vauro", chiosa la fonte. Sulla vicenda specifica, Libero fa anche notare, riferendosi alle argomentazioni alla base della posizione di Matteo Salvini - che "la vicenda non viene trattata nel dettaglio dal Fatto, come detto trattasi semplicemente di un pretesto per dar contro, per l'ennesima volta, al leader del Carroccio."

Vauro contro Salvini: clicca qui per vedere la vignetta del Fatto