Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Piano pandemico, Giletti attacca Speranza: "Quando si va nei Palazzi si perde la propria storia" | Video

  • a
  • a
  • a

Francesco Zambon ospite a Non è L'Arena, il talk show di Massimo Giletti in onda su La7 domenica 18 aprile: "L’Oms non dirà mai la verità sull’origine del virus, non ha potere investigativo", ha spiegato il ricercatori dell’Oms, oggi dimissionario dopo lo scandalo del piano pandemico italiano.

 

Giletti attacca Speranza

 

Secondo il ricercatore "l’ipotesi di un errore di laboratorio a Wuhan, non è ancora esclusa. Questo rapporto era indirizzato ad altri paesi fuori dell’Italia, alcuni elementi inclusi tuttavia avrebbero dato delle indicazioni per la seconda ondata - ha affermato -. Il rapporto ritirato alle 12.46, poco dopo mi è stata tolta la possibilità di tornare online". Zambon è stato quindi incalzato dal conduttore della trasmissione, Massimo Giletti, che riferendosi a Speranza, ha sparato a zero contro il Ministro per il fatto di non aver mai chiamato l'ex ricercatore Oms: "Quando si va nei Palazzi si perde la propria storia, sul piano pandemico continua a non rispondere", ha sottolineato Giletti.

 

 

Sulla vicenda, in realtà, nel pomeriggio ospite a Mezz'ora in più da Lucia Annunziata, Speranza aveva espresso questa posizione: "Il rapporto di Zambon? E' una fotografia con numeri, dati del contagio, l’ho letto con attenzione, l’ho rivisto quando ci sono state le polemiche, riconosce anche alcuni meriti al nostro Paese. E' un documento che fa una fotografia, non c’è nulla di rilevante per noi. Di quel rapporto si occupa l’Oms, l’Oms lo ha fatto e ha deciso di ritirarlo - ha spiegato il ministro -. I nostri tecnici, scienziati hanno trovato singolare che apprendessimo di questo documento a documento pubblicato, che fosse finanziato peraltro da un altro Paese, altra cosa singolare. Non abbiamo funzioni in questa partita - ha evidenziato Speranza - sono dinamiche interne all’Oms. C’è un’inchiesta che speriamo faccia chiarezza, però attenzione a dare una lettura distorta di un fatto che è molto più lineare e semplice di quello che sembra".